Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

“Oltre la barriera”: un’esperienza indimenticabile al Circo Embell Riva (Recensione, foto e video)

 

Un giorno di metà giugno, dopo la pausa pranzo mi contatta una vecchia conoscenza: “Ciao Andrea! Come stai? Quanto tempo è passato!”. E’ Raoul Gomiero, un amico che non sentivo da almeno 15 anni! Mi chiede una curiosità: “Andrea, avevo bisogno di sapere se tu abiti ad Anzio o a Nettuno…”. Ed è da questa domanda alla quale rispondo anche un po’ ironico, perché ci tengo a non essere scambiato per abitante di Anzio, che vengo a conoscenza della imminente stampa del suo primo romanzo in cui racconta la sua avventura nel grande mondo del circo tradizionale. Naturalmente la sua domanda è pertinente perché di quella tournée greca, io e la mia ex fidanzata Giorgia ne abbiamo condiviso il 90% dei giorni e per questo siamo entrati a far parte del romanzo. Il 2020 verrà ricordato per l’epidemia globale del covid-19. L’intero pianeta ha dovuto fare i conti con un lungo e severo Lockdown, e anche noi in Italia ci siamo ritrovati tutti a chiuderci in casa per un lunghissimo periodo. Ognuno di noi ha approfittato di questo blocco per rivedere e sistemare cose che per una serie di motivi, legati soprattutto ad una vita frenetica, avevamo lasciato indietro. E Raoul ha approfittato di tutto questo tempo, per rimettere mano ad un’idea iniziata ben 14 anni prima, e che per una serie di circostanze era rimasta “cristallizzata” a metà percorso, o per meglio dire all’ottavo capitolo (di 24 totali).


IL CIRCO EMBELL RIVA IN GRECIA NEL 2005

Raoul Gomiero è un artista di Torino che nel corso di questi anni ha girato il mondo esibendosi come giocoliere, performer e presentatore in diversi circhi internazionali. Quando l’ho conosciuto in Grecia durante la primavera 2005, era in coppia con l’amico concittadino, Davide De Masi (in arte Mister David), ed insieme si esibivano in un duo di brillanti giocolieri tra clave, palline e monociclo.

2005. Imbarco del Circo Embell Riva per la Grecia

Il duo si faceva annunciare dal presentatore greco come “Los Fabulosos” e cosa interessante, non era composto da due “dritti”, ovvero i due ragazzi non appartenevano al mondo dei circensi per nascita, ma vi erano entrati conquistandosi l’ingaggio tramite un vero e proprio “provino”, fortemente voluto dai due “artisti di strada”. Eh già, perché Raoul Gomiero e Davide De Masi fino a pochi giorni prima si esibivano principalmente per gioco in strada, poi piano piano perfezionatisi hanno iniziato a proporsi come attrazioni in feste private, in club notturni, e ovunque si potevano conquistare un palco per portare in scena spettacoli di qualsiasi genere. Prima di approdare alla pista di segatura ebbero la fortuna di essere scelti dal dj torinese Gigi D’Agostino, che li portò in tournée per mezza Europa. Naturalmente questa tournée li galvanizzò molto, ma nonostante questo grande successo, sentivano forte una vocazione a far parte di uno spettacolo di circo tradizionale. Tutte queste notizie le appresi direttamente dai loro racconti, durante una intervista che realizzammo in due tempi alla fine degli spettacoli nella piazza di Crisopouli, perché in quegli anni mi dedicavo a pieno ritmo alle interviste e agli articoli per la rivista di “In Cammino Circhi e Luna Park”.


INTERVISTA AI LOS FABULOSOS

Tornando alla telefonata, scopro che quei fantastici due mesi condivisi con la compagnia del Circo Embell Riva di Roberto e Mario Bellucci e rispettive famiglie, trascorsi viaggiando nella Grecia continentale, dei quali avrei desiderato scrivere anche io un libro, mettendo insieme le oltre 6000 fotografie e le 12 ore di filmati, erano finiti effettivamente in un volume grazie a Raoul!

Raoul era riuscito nell’impresa dando alle stampe un libro dal titolo “Oltre la Barriera”, opera di 202 pagine, strutturata in 24 capitoli, romanzata ma fedelissima alla realtà dei fatti e anche alla descrizione di tutti i protagonisti citati, in cui racconta appunto la grande avventura di due amici “gagi”, che ad un certo punto hanno sentito forte la necessità di catapultarsi all’interno del grande tendone, e lo hanno fatto nella maniera più rocambolesca possibile, come scoprirete leggendo questo gustosissimo libro.

La lettura è consigliata a chiunque ami questo mondo, sia esso un semplice appassionato di circo o un circense. Perché dalle accurate descrizioni di Raoul, entrambi avranno modo di conoscere ancora meglio una realtà che troppo spesso sfugge nelle sue infinite sfumature umane. L’esperienza dei Los Fabulosos è probabilmente quel sogno nel cassetto che tanti di noi (anzi, io non posso includermi perché come già accennato l’ho realizzato con loro), hanno e vorrebbero poter realizzare.

Ecco, loro lo hanno realizzato e Raoul ce lo racconta con particolare bravura e ricchezza di dettagli in questo suo primo romanzo, dove i nomi sono tutti di fantasia, ma dove chiunque conosce la famiglia Bellucci, facilmente ricostruirà tutte le situazioni narrate. Il libro può essere richiesto direttamente all’autore oppure può essere acquistato su Amazon.

Testo, foto e video di Andrea Tamburrini


IL NUMERO DEI LOS FABULOSOS
AL CIRCO EMBELL RIVA

IL LIBRO
La barriera, nel Circo, è il dietro le quinte dello spettacolo. Un mondo a sé, popolato da personaggi mitologici e imprevisti di ogni sorta.

Jimmy e Dave sono due artisti di strada con l’ambizione di partire in tournée con il loro numero di giocoleria. Hanno l’opportunità di esibirsi all’Embell Show, entrando in contatto con una realtà fino ad allora solo immaginata. Uno sguardo inedito tra le tende di un grande Circo.

[google-translator]

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.