Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

PAULINA SCHUMANN – WORLD CIRCUS ARTIST

 

PAULINA SCHUMANN – WORLD CIRCUS ARTIST

PAULINA SCHUMANN – WORLD CIRCUS ARTIST

Paulina Schumann la grande amazzone

Paulina Andreu, per oltre mezzo secolo applaudita ovunque in Europa con il nome di Paulina Schumann, era la figlia di Charlie Rivel e di Carmen Busto. Era nata a Barcellona, nel 1921 quando gli Andreu – Rivels si esibivano al Teatro Circo Novedades. Paulina e i suoi fratelli (Juanito, Charlie e Valentino) formano la terza di cinque generazioni di questa dinastia, fondata dal catalano Pere Andreu, e ormai parte della storia del circo del XX secolo. 

Paulina Schumann, l’amazzone

Gli Schumann sono una antica e rinomata dinastia di cavallerizzi di circo. Pare che i fondatori della stirpe siano stati nominati regi cavallerizzi dal Kaiser Guglielmo II. Alla metà del XX secolo, la famiglia possedeva comunque due bellissimi circhi stabili a Copenaghen e a Stoccolma, oltre ad una delle migliori scuderie d’Europa. Nessuno aveva mai osato far entrare in pista insieme cinquanta cavalli. Loro ci riuscivano con precisione, eleganza, armonia e buon gusto. Quando entra nella famiglia Schumann, Paulina Andreu accetta il ruolo di amazzone, ponendo l’unica condizione di una completa libertà nella creazione. Volendo esprimere al massimo il suo potenziale potere di seduzione verso gli animali, monta dei nuovi numeri equestri servendosi della capacità di ballerina, della sua completa formazione artistica, oltre che della sua enorme intuizione e della sua grande sensibilità.

Due mesi le sono sufficienti per rinnovare totalmente il guardaroba, la musica, le coreografie, nonché la messa in pista sia della libertà che dell’alta scuola. L’estetica è completamente rinnovata. L’orchestra suona Rhapsody in Blue, mentre la gracile Paulina, su una piattaforma girevole, disegna con il suo corpo i medesimi movimenti del cavallo d’alta scuola che si esibisce al suo fianco.

Possibile che sia il cavallo ad imitare i movimenti dell’ammaestratrice? Poi quasi per un’intesa magica fra femmina e cavallo, l’amazzone attraversa la pista d’un tratto e sparisce dietro il rideau per rientrare su di un destriero bianco che cammina sulle zampe posteriori.

La critica scrive: “Non abbiamo proprio visto il cavallo. Solo un essere che capitalizzava tutti i movimenti, tutte le evoluzioni sulla pista, tutta l’atmosfera del circo Schumann”. A partire da questo momento i migliori circhi europei si arricchiranno dei numeri equestri di Paulina Andreu: Tom Arnold la ingaggia per undici stagioni all’Harringay Circus e Bertram Mills la vuole per quindici volte all’Olympia di Londra.

Paulina Andreu è la stella assoluta di parate e fasti equestri europei, brilla di luce propria sulle prime pagine di periodici di tutta Europa e riceve diplomi ed onorificenze a profusione a premiare i suoi meriti artistici. Come creatrice, Paulina Schumann dà un apporto straordinario all’evoluzione dei numeri con cavalli. Come amazzone, è uno dei grandi miti viventi della storia del circo.

Da grande addestratrice a partner d’eccezione

Nel 1972, quando il Circo Schumann ha già cessato l’attività, Charlie Rivel si mette in testa che la figlia lo aiuti come assistente per il debutto di Stoccolma. Dopo sole due ore di prove l’esperimento si tramuta in grande successo. Il personaggio di Paulina, elegante ed attraente variazione del clown tradizionale, si accorda pienamente con la sensibilità di Rivel. Poi, e quasi fino alla scomparsa di Charlie, le più prestigiose sale di spettacolo d’Europa richiedono questa singolare coppia. Per quindici anni Paulina darà man forte al geniale Augusto, riuscendo nello stesso tempo ad accudirlo e curarlo amorevolmente fra i tanti problemi di salute. Paulina deve badare a tutto: contratti, viaggi, guardaroba, attrezzi, musica, regia e direzione di scena. “Sono stati undici anni molto duri, ma ne conservo un ricordo bellissimo, davvero”, ci fa sapere l’artista con una piccola lacrima all’angolo estremo degli occhi.

La stella brilla di nuovo a Barcellona

 Paulina Andreu conduce una vita tranquilla, che non le impedisce però di mantenere una forma fisica invidiabile e di prestare attenzione alle offerte che riceve. Va a cavallo di sovente, per il solo piacere di attorniarsi dei suoi animali preferiti, presiede il museo del circo Josep Vinyes a Berga, così come cura la documentazione che il padre ha lasciato alla città di Cubelle. Inoltre una o due volte all’anno, fa un salto a Copenaghen per visitare i figli e i nipotini. Jacques, suo secondo figlio, è medico psicologo, mentre il primo, Benny Schumann, è un clown conosciuto e show man di prestigio che ha ereditato la grazia e il savoir faire di questa grande famiglia di artisti dei quali prosegue la tradizione.

L’amazzone Paulina Andreu non si era mai esibita in Spagna. Nel 1998 all’età di 77 anni, per amore della pista e con la complicità della follia creativa del Circ Raluy, ha offerto una piccola stagione a Barcellona, dal 18 dicembre 1998 al 21 febbraio del 1999. E’ stata un’occasione unica per vedere in pista la donna che ha rapito gli spettatori di tutta Europa. Una grande opportunità per applaudire la migliore – e la più elegante – delle cavallerizze del circo del XX secolo.

Da sempre legata a Cubelles, città in cui prese la residenza diversi anni fà. Nel 2007 ha ricevuto la Medaglia al Merito nelle Belle Arti dal Ministero della Cultura spagnolo e nel luglio 2008 è stata insignita del Premio Circ Nazionale assegnato dalla Generalitat. Alla Mostra Permanente di Pallasso Charlie Rivel ha dedicato uno spazio alle fotografie e agli abiti delle sue performance.

Pauline ci ha lasciato il 9 ottobre 2020 all’età di 99 anni, la ricorderemo sempre come la più grande amazzone che abbia mai calcato il magico cerchio.

Testo in parte tratto da un articolo di Jordi Jané Romeu

CLICCA QUA

Per scoprire gli altri Word Circus Artist

 

PAULINA SCHUMANN – WORLD CIRCUS ARTIST

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

 

 

 

 

 

 

 

Translate »