Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: ha aperto il Circus Beat Breu

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Nostalgic Circus premiere

Anche la madre di Beat Breus era presente

Ha realizzato il suo sogno e toccato: Beat Breu celebra con successo la sua premiere circense.

Lo spettacolo è tutt’altro che perfetto: invece di usare il magnesio, l’artista usa la segatura per salire sul palo, le transizioni musicali sono irregolari e l’illuminazione potrebbe essere migliore. Ma il circo di Beat Breu (61) ha qualcosa di molto più importante: il cuore!

“Mi è sembrato di essere trasportato indietro alla mia infanzia”, ​​dice Walter Eggenberger (75). “È così che ricordo l’idea di Circus Knie.” L’ex presentatrice di “10vor10” ha apprezzato particolarmente la performance di Valentina Pellanda (64). È stata nel mondo dello spettacolo con i suoi leoni marini per più di 30 anni. Nel Breu Circus, ci conduce con inserimenti vocali attraverso le transizioni tra i numeri.

È uno spettacolo per famiglie. L’artista, che danza sopra la corda, versa poi le bevande durante la pausa. Ciò non danneggia la loro immagine, al contrario, rende il tutto personale e affettuoso.

Gli animali hanno dovuto rimanere in Austria a causa di un’epidemia

Breu offre tutto ciò che il nostalgico cuore del circo desidera: trapezio, giocolieri e un mago che esegue trucchi con l&rsquoaspetto di Indiana Jones. Nuovi sono i numeri no, ma solo il familiare rende il fascino.

Ciò di cui rimpiange Breu fino alla fine dello spettacolo sono gli animali. “Appartengono al circo classico, proprio come i pagliacci.” I pony, i cavalli e i cammelli dovevano rimanere in Austria a causa di un’epidemia. Il divieto di importazione per la Svizzera rimarrà in vigore fino al 25 settembre. “Spero che torniate a vedere l’intero spettacolo”, dice Breu, mentre saluta il pubblico applaudente.

Da ragazzo per il circo ha persino saltato la scuola

Anche l’88enne madre di von Breu era in prima fila. Conferma ancora una volta che anche da ragazzo Beat era ossessionato dai pagliacci e dagli artisti: “Non voleva giocare ad altro e ha persino saltato la scuola per annusare l’aria del circo”. 

Il “Bergfloh”, soprannome della leggenda del ciclismo, ce l’ha fatta, il suo sogno per il suo circo è realizzato, la premiere un successo.

I 600 posti nella tenda saranno così ben riempiti in futuro? “Vogliamo sperarlo con tutto il cuore, se lo merita”, dice il musicista Toni Vescoli, che è stato anche uno dei primi ospiti con sua moglie Ruth.

Per leggere l&rsquoarticolo originale in tedesco

CLICCATE QUI

 

 

 

06/08/2019 23.09.46

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.