Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

CIRCO SANDRA ORFEI (Vassallo) A PALERMO: Foto e Recensione

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

CIRCO SANDRA ORFEI
(Fam. Vassallo)
A PALERMO
Foto e Recensione

Pietro Messana ci invia una recensione e una serie di foto dello spettacolo del Circo Sandra Orfei la cui permanenza natalizia si protrarrà fino al 31 gennaio con il programma descritto nelle righe seguenti:

Piazza nuova, overture totalmente ridisegnata e coreografata, presentatore di qualità che all&rsquooccorrenza diventa un ottimo e simpaticissimo ventriloquo (Giampaolo Maltese, siciliano doc), numeri di livello a cominciare da Nicholas Errani e dall&rsquoaddestratore Claudio Vassallo, clown (Mirko Pellegrini) che riempie i tempi morti dello show (per il vero pochissimi) con una bella carica di verve.

Tutto questo ma anche tanto altro ancora è lo spettacolo del Circo Sandra Orfei che rimarrà a Palermo fino al termine del mese di gennaio.

Come dicevamo l&rsquooverture dello show è stata del tutto rinnovata: costumi eleganti, musiche appropriate e luci azzeccate fanno sognare lo spettatore. Poi le evoluzioni aeree di Rudy Tucci, le performance di ballerine-acrobate e uno splendido cavallo bianco, fanno il resto.

Dopo la raffinata introduzione, un elegante numero di hula-hop presentato dalla dodicenne Melanie Vassallo con passaggi plastici di contorsionismo e con un finale davvero difficile.

Spazio quindi ai cavalli di Claudio Vassallo. Il numero si conclude con la giocoleria su di un cavallo in corsa (cerchi, palline, clave e torce infuocate). In Italia, oramai, sono davvero in pochi a presentare questa attrazione.

Segue un altro numero di circo tradizionale: spade in equilibrio a terra ma anche su e giù per un&rsquoalta scala fissa. Lo presenta Tracy Errani. Da una giovane ragazza ad un&rsquoaltra. Ecco una spericolata Elsa di Frozen (Federica Toro) al cerchio aereo. La ballerina catanese, per amore e nel giro di tre anni, si è trasformata in un&rsquoottima acrobata circense.

La pista è adesso pronta per i monocicli di Nicolas Errani con musiche e costumi tratti dal film &ldquoThe Mask&rdquo di Chuck Russell. Il numero è stato quindi rinnovato ma l&rsquoacrobata riesce sempre a centrare l&rsquoobbiettivo: non sbagliare un sol colpo nemmeno quando, in equilibrio su di un monociclo, si lancia di tutto sulla testa, con il piede: piattini, tazzine, cucchiaino e zolletta di zucchero.

La prima parte dello spettacolo si chiude con il &ldquoGaleone dei Pirati&rdquo che, con uno splendido marchingegno, unico nel suo genere in (ideato dal giovane Rudy Tucci e realizzato, manualmente, dalla sua famiglia), mette la sua prua in pista per poi aprirsi e svelare i suoi tesori: porcellane, anfore d&rsquooro ma anche tanti grossissimi rettili.

La seconda parte, come da tradizione circense, si apre con il numero dei grandi felini. In gabbia, agli ordini di Claudio Vassallo, sei tigri (fra cui una bianca) e un imponente leone. Il numero è molto collaudato e va avanti senza alcuna sbavatura e con semplici cenni dell&rsquoaddestratore. I felini sono in splendida forma: basta solo guardarli per rendersi conto del loro stato di benessere.

Anche lo smontaggio della gabbia vola via velocemente grazie all&rsquoattenzione dello spettatore che viene attirata dalle movenze di Tracy Errani, impegnata in un numero aereo alle fasce. E si riprende con la &ldquoarca di Noè&rdquo, l&rsquoesotico presentato da Franco Vassallo: quattro cammelli, tre lama, un bisonte americano e persino un esemplare di canguro che, fra lo stupore del pubblico, effettua, saltellando, alcuni giri di pista. Intermezzo affidato al clown Mirko per il gioco degli sgabelli, e sono pronti altri due pezzi forti del circo Sandra Orfei. Il primo è l&rsquoalta scuola di Claudio Vassallo (all&rsquoultimo Festival Internazionale di Latina ha ottenuto il premio Kobzov) che fa davvero danzare i suoi cavalli a ritmo di musica.

Il secondo, che chiude lo spettacolo, è affidato al trapezio oscillante di Nicolas Errani, acrobata di assoluto valore e che meriterebbe importanti festival internazionali. E&rsquo disarmante la naturalezza con la quale l&rsquoartista si mette a testa in giù, a spillo, cominciando ad oscillare senza tenersi con le mani. Tutto il numero, che procede con un&rsquoescalation di oscillazioni e di brividi, non prevede né cordicella di sicurezza e nemmeno alcun tipo di rete.

Anche il finale è di estrema eleganza. Mentre Nicolas e Federica volteggiano in aria, entrano in pista tutti gli artisti preceduti da Melanie Vassallo, la più giovane del gruppo. Uomini in smoking, donne in abiti lunghi principeschi. Si avviano le danze e il pubblico applaude a scena aperta.

Pietro Messana

 

S.B. 

22/01/2016 23.19.47
 

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.