Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: «Piazzale Cuoco, no alla fabbrica del rumore»

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

«Piazzale Cuoco, no alla fabbrica del rumore»

 

Gli abitanti bloccano il traffico: basta con la musica fino al mattino. Il Comune: pronti a mediare

 

Gli slogan disegnati sugli striscioni sono i più svariati: «Abbiamo il diritto di dormire», «Il quartiere è già invivibile per il traffico, non vogliamo gli spettacoli sotto casa», «No alla servitù di rumore». Dopo avere subìto decine di notti dai sonni impossibili per gli eventi organizzati nell’area spettacoli Alessandrini, gli abitanti di viale Puglie e piazzale Cuoco adesso lanciano il loro grido di protesta sfilando per la strada con cartelli in mano. Non solo. I residenti del quartiere a due passi dal parco Alessandrini ieri mattina alle 11 hanno bloccato il traffico con un sit-in sul cavalcavia di viale Puglie. I motivi della mobilitazione li spiegano in una email di denuncia inviata al Corriere della Sera: «Dopo più di quattro mesi di gravi disagi per l’insediamento nell’area all’angolo con via Salice della Fiesta Portello (dal 6 maggio all’11 settembre) e dell’Oktober Sex (dal 14 al 25 settembre), i cittadini della zona 4 oggi si trovano di fronte al rischio di nuove manifestazioni fino alle 2 di notte — scrive Rosa Pozzani —. Così per attirare l’attenzione di Palazzo Marino abbiamo deciso di bloccare simbolicamente la circolazione delle auto, almeno per qualche minuto». La preoccupazione è esplosa perché è stato nuovamente chiesto al Comune il permesso per dare il via a intrattenimenti musicali, teatrali e danzanti nello spazio Alessandrini dalle 16 alle due di notte (la domenica dalle 8 alle 20), dal 6 dicembre 2005 al 30 aprile 2006: la domanda è stata presentata al settore Autorizzazioni commerciali dai privati che gestiscono l’area. «Le istituzioni hanno il dovere di garantire tranquillità e sicurezza pubblica — sottolinea Piera Manfredini, portavoce del Comitato per il Parco Alessandrini —. È necessario, quindi, vietare manifestazioni che comportano musica assordante fino a notte fonda e che spesso hanno come contorno liti e problemi di traffico». È sotto accusa soprattutto il tipo di eventi organizzati («Spesso a sfondo sessuale») e il loro orario giudicato troppo flessibile: «Persino negli stadi le manifestazioni rumorose non si possano protrarre oltre la mezzanotte — dice Mariolina Cucci —. Noi siamo considerati, forse, cittadini di serie B?». Rosa Pozzani ribadisce: «C’è stato un progressivo degrado della tipologia di spettacoli organizzati, con l’unica eccezione del circo. È presente anche in questi giorni e siamo ben contenti di ospitarlo». L’assessore al Commercio, Roberto Predolin (An), è pronto a ricevere a Palazzo Marino i residenti di viale Puglie: «Mi offro come mediatore tra gli abitanti e i gestori dell’area privata Alessandrini. Anch’io sono contrario al via libera a iniziative rumorose, ma ho un margine di manovra delimitato dalle leggi».
Simona Ravizza

sravizza@corriere.it

 

La scheda
L’AREA La zona spettacoli vicino al Parco Alessandrini ospita manifestazioni musicali che vanno avanti fino alle 2 del mattino
LE PROTESTE Gli abitanti contestano sia l’inquinamento acustico sia la qualità degli eventi, con l’aumento di quelli «a sfondo sessuale»

 

Da Il Corriere della Sera del 13-11-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.