Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Verona da l’addio a San Michele, storica piazza del Circo

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

AREA ALL’ASTA, SE NE CERCA UN’ALTRA

 

Circo «sfrattato» Ultimo show a Fondo Frugose

 

A Natale ci sarà in città il Circo Niumann, che rischia di essere uno degli ultimi, se non l’ultimo circo che vedremo. L’area di Fondo Frugose, a San Michele, unica nel Comune di Verona disponibile per gli spettacoli viaggianti, è infatti compresa nei lotti che l’Agec ha messo all’asta e prossimi all’aggiudicazione e il Comune non ha ancora trovato un’altra area adatta al circo. E non sarà facile trovarla, come conferma l’assessore al Commercio Francesca Tamellini: «Abbiamo già fatto un incontro per la verifica della situazione, perché al momento l’unica area che abbiamo, oltre a San Michele, è quella di piazzale Atleti Azzurri d’Italia, nei pressi del Palasport, ma sappiamo che non è molto amata dai circensi, perché è asfaltata, essendo adibita a parcheggio, e vicina al campo nomadi. Inoltre ci sono problemi di incompatibilità tra gli spettacoli e le partite di calcio, per questioni di sicurezza. Altre aree potrebbero essere quella della Fiera all’ex Don Calabria, o ».
I circhi negli ultimi anni avevano utilizzato viale dell’Industria, oggi parcheggio della Fiera, e gli ex Magazzini generali, oggi destinati al nuovo Polo finanziario. Tutte aree private, che rischiano di avere costi proibitivi. L’unica area pubblica rimasta, e diventata il luogo classico del circo a Verona, era quella di San Michele, molto gradita alla categoria, come conferma Enis Togni del Circo Americano, perché in terra battuta e molto spaziosa, consentendo ampi recinti per gli animali.
Il Comune sta mettendo mano anche al regolamento sugli spettacoli viaggianti. È accaduto, infatti, che un circo prenotasse la piazza per un certo periodo e poi desse la disdetta all’ultimo momento, lasciando la città senza spettacolo perfino nel periodo natalizio, il più richiesto.
«Il motivo è che il regolamento non prevede alcuna cauzione di garanzia» spiega l’assessore, «e questo è uno dei punti sui quali interverremo. È già pronta la bozza del nuovo regolamento che contiamo di presentare entro dicembre alla Giunta. Vi saranno modifiche anche sui tempi di prenotazione, oggi troppo lunghi, e sul periodo che deve intercorrere tra uno spettacolo circense e l’altro. Introdurremo quindi delle eccezioni per il periodo natalizio e altri mesi particolari». Attualmente, spiegano al Settore Commercio, la richiesta deve essere fatta per le giostre almeno 60 giorni prima per le cosiddette piazze di transito (le “piazze morte”), e per i circhi, spettacoli acrobatici e mostre faunistiche, 120 giorni. Le richieste vengono valutate in ordine di presentazione, ed è possibile farle anche per gli anni successivi. La cauzione non è richiesta, tranne che per le giostre che sostino su pavimentazioni nuove o aree verdi che possano venire danneggiate.
«Domani avremo un incontro col sindaco per il progetto dell’Accademia d’arte circense» spiega ancora , «e sarà l’occasione per affrontare anche questo argomento, che ci sta a cuore e vogliamo risolvere al più presto».
Daniela B. Adami

 

Da L’Arena del 30-10-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.