Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

JEAN RICHARD – 100 ANNI DALLA NASCITA (Video)

JEAN RICHARD -100 ANNI DALLA NASCITA

Jean Richard 100 anni dalla nascita

Jean Richard è il figlio di Pierre Richard, commerciante di cavalli, e Suzanne Boinot (1900-1989) . Nacque il 18 aprile del 1921 a Bessines, in Francia.

Jean Richard – dipinto di Elena Zaika – proprietà Pierre Fenouillete

Studente delle superiori, Jean Richard era appassionato di disegno mentre la sua famiglia voleva che diventasse notaio. Lavora come fumettista in diversi giornali della sua regione. Dopo aver fallito l’esame di ammissione alla prestigiosa scuola Cadre Noir di Saumur, è salito sul palco dei cabaret di Lione dove, nella tradizione del comico soldato, ha incarnato un simpatico dialogo dalle forme pittoresche che sapeva molto di “bifolco”. Ha quindi creato una compagnia teatrale amatoriale con gli amici.

Jean Richard e le sue leonesse 1971

Dopo aver frequentato il Conservatorio Nazionale di Arte Drammatica nel 1947, Jean Richard ha lavorato nel circo, nel cabaret, nel cinema e nella televisione. Il suo primo grande successo al cinema, Belle Mentalité risale al 1952, e Jean Renoir gli offre uno dei suoi migliori ruoli in Elena e gli uomini.

Cirque Jean Richard Archivi - Circusfans Italia
Jean Richard e gli elefanti 1957

La sua passione per gli animali lo spinge a creare un vero serraglio. Divenne così imponente che a metà degli anni ’50 creò uno zoo a Ermenonville, dove si stabilì nel 1955 e di cui fu eletto consigliere comunale dieci anni dopo. Nel 1963 creò La Mer de sable, il parco tematico francese di questa città, sfruttando una grande distesa sabbiosa, che gli consentì di ricostruire lo scenario del Far West americano.

23/12/2001: E' SCOMPARSO JEAN RICHARD - Circusfans Italia
Jean Richard e il circo Pinder in tour 1982

Appassionato di circo, ha partecipato a serate di gala con il circo Medrano, ha poi presentato nel 1957 e 1958, il primo circo Jean Richard grazie alla collaborazione delle famiglie Grüss e Jeannet e del loro circo. Il 29 gennaio 1972 acquista il circo Pinder che affida al figlio nel 1978 dopo aver svolto attività di gestione amministrativa e finanziaria. Per finanziare i suoi costosi progetti, si è rassegnato a girare molti film, ma anche a commedie di qualità ineguale e ad apparire in provincia ai galà di Herbert-Karsenty.

Ci ha lasciato il 12 dicembre del 2001, a Senlis, Francia.

Il circo – Animali – Tempo libero

Appassionato di animali e circo, Jean Richard ha condotto, oltre alla sua professione di attore, una seconda carriera nel campo del circo, degli animali e della ricreazione.


CIRQUE JEAN RICHARD 1970 A PARIGI

Fondatore dello zoo Jean Richard nel 1955.
Fondatore del primo marchio di circo Jean Richard nel 1957 con il circo Grüss-Jeannet.
Fondatore del parco divertimenti La Mer de sable a Ermenonville (Oise) nel 1963.
Acquisizione del circo Pinder nel 1972.
Nel 1973 dirige  i circhi Jean Richard e Pinder; lo stesso anno fu coinvolto in un incidente stradale.
Gestore del parco La Vallée des Peaux-Rouges a Fleurines (Oise).

Jean Richard è stata la più grande azienda di intrattenimento e svago in Europa, ed ha avuto il suo apice nel 1977:

3 tendostrutture mobili
il Circo Jean Richard
il Cirque Pinder Jean Richard
il Nouveau Cirque Jean Richard è diventato dopo 2 anni il Circo Medrano
1 tendone sedentario
il Nouvelle Hippodrome di Parigi (tendone gigante da 6.000 posti a sedere)
1 parco zoologico
Zoo di Ermenonville
2 parchi di divertimento
il mare di sabbia
la Redskin Valley

Lo zoo di Ermenonville, famoso per il suo spettacolo di delfini, gorilla e oranghi, aveva una raccolta congiunta dei suoi animali con i serragli dei circhi Jean Richard. Nel 1974, Jean Richard lanciò un effimero serraglio itinerante chiamato Jungle Expedition.

Nouvelle Hippodrome Jean Richard

Centri di attrazioni

1955: apertura al pubblico dello zoo di Ermenonville (2 ° zoo privato nella Francia del dopoguerra)
1956: inaugurazione dello zoo di Ermenonville nel maggio 1956 da parte di Michèle Morgan e Madeleine Robinson
1963: creazione della Mer de sable a Ermenonville
1965: costruzione del Cirque d’Été nel recinto dello zoo di Ermenonville
1966: creazione della Vallée des Peaux-Rouges a Fleurines
1968: creazione di un serraglio di dressage all’interno del recinto dello zoo
1969: presentazione di uno spettacolo di delfini istruiti nel recinto dello zoo
1971: ritorno dei delfini allo zoo
1971: Jean Richard acquista la Vallée des Peaux-Rouges
1981: trasformazione del tendone del Cirque d’Été in un piccolo museo chiamato Cirque mon ami
1988: chiusura definitiva della Vallée des Peaux-Rouges
1991: chiusura definitiva dello zoo
2005: vendita dei centri attrattivi Jean Richard (La Mer de sable) alla Compagnie des Alpes

Cirque Jean Richard 1976 Bordeaux

Tende e spettacoli

1957-1958: Cirque-Zoo Jean Richard o ‘il circo delle stelle’ con il circo Grüss-Jeannet di Alexis Grüss (Sr.), André Grüss e Lucien Jeannet
1964: ricomparsa del Cirque Jean Richard al Palais des sports de Paris nel dicembre 1964, ancora in associazione con il Grüss-Jeannet (spettacolo circense per le celebrazioni di fine anno)
1968-1983: Circus Jean Richard
1969-1970: spettacolo di delfini presentato dal 22 novembre 1969 sotto un tendone a Parigi, prima di esibirsi nel 1970 nelle grandi città francesi
1972-1983: Circus Pinder Jean Richard
1973: serie di attacchi incendiari al Cirque Pinder Jean Richard  – incidente stradale di Jean Richard il 10 maggio 1973 al ritorno dalla rievocazione di atti criminali
1975-1982: Nouvelle Hippodrome di Parigi
ripresa dello spettacolo Ben-Hur dal 20 novembre 1975 al 4 gennaio 1976
installazione nei giardini delle Tuileries da aprile a giugno 1976
il Budapest Water Circus nel 1976
il Circo di Stato della DDR dal 26 novembre 1977 all’8 gennaio 1978
1976-1978: Nouveau Cirque Jean Richard (diventa Medrano nel 1978)
1978: primo fallimento della Chapiteaux Spectacles Jean Richard
1982: tempesta del dicembre 1982 sul tendone del Nouvel Hippodrome de Paris costretta a chiudere i battenti
1983: Secondo fallimento della Chapiteaux Spectacles Jean Richard (l’azienda sarà rilevata da Gilbert Edelstein)

Presentazione e addestramento degli animali

Settembre 1955: all’Olympia, Jean Richard entra in una gabbia con Lisa, la leonessa di Sarah Caryth.
dal 25 novembre al 15 dicembre 1955: Jean Richard debutta al Cirque Medrano di Parigi dove presenta i 6 elefanti asiatici di Rolf Knie.
Marzo 1956: Gala dell’Unione degli artisti con i cavalli in libertà di Alexis Grüss (Sr.).
1956: con il Cirque des Grüss-Jeannet a Bruxelles, Jean Richard fa un comico ingresso in una gabbia con una leonessa e presenta 6 cavalli in libertà.
1956: durante i galà a Ginevra con il Cirque Knie, Jean Richard presenta il branco di 7 elefanti africani.
Stagione 1957 del Circus-Zoo Jean Richard con i Grüss-Jeannets: Jean Richard fornisce la seconda parte dello spettacolo con il suo primo gruppo di 4 leoni e un gruppo di 3 elefanti.
1960: per la mostra a Bruxelles con i Grüss, Jean Richard presenta lo spettacolo del Circo di Mosca.
Marzo 1963: Gala dell’Unione Artisti con le tigri di Bouglione.
1965: al Palais des Sports di Parigi, Jean Richard presenta un gruppo di 5 leonesse e gli elefanti della Grüss-Jeannet.

spettacoli televisivi

I programmi televisivi di Jean Richard dedicati agli animali:
De la Jungle à la Piste (1968), serie di 26 puntate,
Questi animali che chiamiamo animali (1 ° canale, 1971-1972), serie di 26 episodi nel 1971 seguiti da 26 episodi della stessa serie nel 1972.
Gli spettacoli televisivi di Jean Richard dedicati al circo:
1,2,3… en piste (1 ° canale), programma presentato da Marcel Fort e Jacqueline Monsigny,
Messieurs les Clowns (2 ° canale colore),
Calvacade Circus (1973),
Cirques du Monde (1974-1977).

Riferimenti: wikiwand
foto archivio circusfans.eu
video youtube di Pierre Fenouillet
RITRATTO JEAN RICHARD DI ELENA ZAIKA – Proprietà Pierre Fenouillet

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

 

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.