Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

GLI ELEFANTI DEL CIRCO KNIE – WORLD CIRCUS ARTIST

 

Se pur senza calcare la pista gli elefanti sono tutt’oggi parte integrante del Circo Knie, nonché uno dei suoi simboli; per questo la famiglia Knie ha deciso di celebrarne il 100° anno di presenza.
In 95 anni la pista del Knie ha accolto circa 60 esemplari, primo fra tutti Dicky, di proprietà del l’addestratrice tedesca Tereza Renz arrivata al Circo Nazionale Svizzero un anno dopo la sua apertura, nel 1920. In poco tempo si unirono al complesso altri due pachidermi “Queeny” e “Rosa” e le fruste passarono in mano a Rolf Knie Senior, che divenne in breve tempo “il Knie degli elefanti”.

Si devono a lui diverse imprese rimaste nella storia, fu infatti Rolf a presentare il primo gruppo di elefanti africani (considerati impossibili da addestrare) e lo straordinario esercizio dell’elefante funambolo.

Durante la seconda guerra mondiale il “parco elefanti” del Knie, toccò il suo apice arrivando a ben 15 capi, infatti parte del grande gruppo del circo tedesco Sarrasani fu trasferito in Svizzera per sfuggire ai bombardamenti.
A Rolf succedettero i figli, dapprima Louis Knie e successivamente Franco Knie Senior, affiancato per alcuni anni da un altra leggenda della pista, Sacha Houcke.

Franco vanta 2 partecipazioni al festival di Montecarlo (una nel 1997 ed una nel 2003) che gli sono valse un Clown d’Argento ed un Clown di Bronzo.


Franco lasciò la pista nel 2011 per dedicarsi all’ambizioso progetto del “Himmapan” un parco dedicato agli elefanti all’interno del Kinderzoo di Rapperswil.


Così gli animali passarono nelle mani di Franco Knie Jr. che li presentò fino al 2015, anno dell’ultima esibizione con un gruppo di tre pachidermi. Fu decisione della famiglia Knie, per scelta artistica, non inserire più negli spettacoli del Circo esibizioni di elefanti. Dall’anno successivo tutti gli elefanti (compresi gli ultimi tre presentati in pista) sono residenti al parco di Rapperswil.


Negli anni il Circo Knie ha fatto da cornice a diverse nascite, ultima quella dell’elefantina “Kalaya” nata nel 2011.
Nel 2020 il gruppo si è ulteriormente allargato includendo al suo interno “Mekong” un grosso maschio proveniente da uno zoo polacco.
Per celebrare degnamente i pachidermi più famosi in terra elvetica, i Knie hanno presentato nella scorsa primavera (avrebbe dovuto coincidere con il debutto del nuovo programma) la mostra “Éléphants parade” composta da circa 60 elefanti d’autore in resina, sparsi per le vie di Rapperswil.
Anche il city museum (di Rapperswil) sta omaggiando gli animali con una mostra di foto e manifesti.

Oltre alle mostre è sicuramente da segnalare la pubblicazione di un libro (in lingua tedesca) che racconta in maniera completa la storia di questi splendidi animali a cura di Franco Knie Sr. e Kürt Muller.

Testo di Salvatore Arnieri
Video e foto Maurizio Colombo

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »