Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

“Ai nostri animali manca il pubblico.” Come il Circo Krone vuole sopravvivere alla crisi post coronavirus

Jana Mandana Lacey Krone

Il Circo Krone ha dovuto annullare il suo tour di primavera – ed è bloccato nel suo quartier generale a Monaco. Non è ancora chiaro quando e come il grande circo tedesco riaprirà, riferisce la proprietaria del circo Jana Lacey-Krone – e intanto il tempo passa, sia per le persone sia per gli animali.

Nella normalità il Circus Krone avrebbe dovuto essere in tournée attraverso la Germania, in programma c’erano 25 città. Stando al programma originale, a breve il circo avrebbe iniziato la sua pausa estiva per poi, successivamente, iniziare la seconda parte del tour. Purtroppo però il circo, fin da marzo, è rimasto bloccato nel suo quartier generale a Monaco di Baviera. I dipendenti si esercitano, si allenano, si prendono cura degli animali, ma la pista del circo rimane vuota. “Ci manca lo spettacolo”, afferma Jana Lacey-Krone, capo del Circus Krone nel podcast della trasmissione “L’ora zero”. “Anche agli animali manca l’idea di essere protagonisti: sentono la mancanza del pubblico”, aggiunge suo marito Martin Lacey, che ogni mattina prova con i suoi 26 leoni davanti a file vuote di sedie.

La coppia non sa quando e come ricominciare. Un circo è considerato un evento importante, normalmente 3.000 persone assistono allo spettacolo del Krone. “Naturalmente speriamo ancora di poter iniziare la seconda parte del tour in agosto”, afferma Jana Lacey-Krone. E’ inimmaginabile però programmare gli spettacoli come prima del coronavirus, se prima non viene scoperto un vaccino. Circus Krone ha vari ipotesi e progetti in fase di valutazione, ad esempio, potrebbe essere utile programmare tre spettacoli al giorno, magari più brevi, al posto dei due abituali.

Molti artisti se ne sono andati. I programmi invernali del Krone Bau, quest’anno hanno attirato oltre 400.000 visitatori, con biglietti in vendita a prezzi diversi, compresi tra i 17 e i 48 euro. I tour della primavera sono altrettanto importanti e queste vendite ora mancano. Il circo fondato nel 1905 è stato in grado di tagliare approssimativamente i suoi costi di gestione di 35.000 euro al giorno perché i costi per il tour così non sono più sostenibili. Il Circus Krone purtroppo ha aperto per poco quest’anno e circa 100 dei 250 dipendenti sono ancora qui. Molti artisti sono ora ritornati ai loro paesi d’origine.”I circhi, le fiere e la fiera sono sempre buoni in tempi di crisi”, ha dichiarato Jana Lacey-Krone, che è un’addestratrice di animali e lavora con i cavalli. “Un circo distrae, riunisce le famiglie e crea una sensazione di normalità.”

Per sentire cosa pensano Jana Lacey Krone e suo marito Martin Lacey delle esibizioni circensi nella versione drive-in, quanti chili di carne i loro animali predatori divorano ogni mese ed altre curiosità, ascoltate il nuovo episodio di “L’ora zero” direttamente su Audio Now, Apple o Spotify o tramite Google.

Per ascoltare il podcast 

CLICCATE QUI

Da mobil.stern.de del 12/06/20

 

[google-translator]

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.