Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

43° FESTIVAL DI MONTE-CARLO IN TV: delusione per gli animali…..

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

IL 43° FESTIVAL INTERNATIONAL DU CIRQUE DE MONTE-CARLO IN TV: GLI ASCOLTI

Dall&rsquo Auditel di questi giorni si possono rilevare i dati di ascolto conseguiti dalla prima serata del 43° FESTIVAL INTERNATIONAL DU CIRQUE DE MONTE-CARLO trasmessa il 24/12 sera da Rai Tre: 11,75% del totale.

Vale a dire che 12 italiani su 100 hanno visto il circo in TV quella sera.

Per inciso, dalla rassegna stampa di oggi, si rileva che il Festival è stato il 3° programma più visto della giornata, il primo più visto è stata la Santa Messa di Natale con il 14,77% ed il secondo Una poltrona per due, con il 14,43%.

Dato che tutti noi paghiamo il canone Rai, immagino che meritiamo rispetto e per rispetto intendo di vedere il &ldquoFestival vero&rdquo, quello celebrato in tutto il mondo, quello a cui tutti noi addetti ai lavori e appassionati attribuiamo un valore importante, l&rsquoequivalente del premio Oscar per il mondo del Cinema. Trovo oltremodo grave l&rsquoinserimento di numeri di edizioni precedenti a compensare la decisione unilaterale della Rai di non trasmettere i numeri di animali. Sarebbe come assistere alla cerimonia della consegna degli Oscar, dove, non si sa bene e non si sa perché (ricordo che gli animali nel Circo in Italia sono consentiti) il regista/la direzione del canale decidano di non fare vedere spezzoni di film che non gli piacciono, sostituendoli con film vecchi&hellip&hellip E poi alla premiazione fanno vedere la consegna dell&rsquoOscar (nel nostro caso il Clown d&rsquooro) a un artista che non si è mai visto. O dobbiamo aspettarci di vedere manipolata anche la premiazione?

Della decisione di non trasmettere i numeri di animali già lo avevamo appreso lo scorso anno a Monte-Carlo però la speranza di vederli comunque rimaneva.

Stesso discorso vale per la Svizzera dove la TV di stato ha preso la medesima decisione. Siamo all&rsquo assurdo di uno Stato, la Confederazione elvetica, che per un anno festeggia il centenario del Circo Nazionale Svizzero Knie con iniziative importanti (vedi il francobollo o la moneta d&rsquoargento commemorativa) e poi non trasmette i numeri di animali non si sa bene in base a che cosa, dato che i numeri della tournèe del centenario di Knie sono stati davvero eclatanti, con i biglietti acquistati anche un anno prima. Bene ha fatto l&rsquoamico Andrea Eglin di solocirco.net a scendere in campo con una raccolta firme per protestare contro la mancata trasmissione dei numeri di animali. Volete partecipare alla raccolta firme? Fatelo cliccando qui. Per la cronaca, in Svizzera questa mattina sono usciti diversi articoli in cui si chiede il perché della decisione di non fare vedere animali in TV, in Italia silenzio totale.

Mi rimane però in testa una domanda, sarà assurda, ma la giro anche a tutti voi: valgono di più i diritti degli animalati rispetto ai nostri di appassionati? Pagano più tasse di noi? Di certo non sono la maggioranza degli italiani, visto anche i dati di affluenza nei circhi italiani in questi giorni di festa. Oppure si tratta come sempre e solo di populistismo &ldquopolitico&rdquo per assecondare una minoranza che però, essendo di &ldquomoda&rdquo arriva comunque e giornalmente agli organi di stampa e quindi è meglio tenerseli buoni?

 

AV

27/12/2019 9.53.56

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.