Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Cuneo: i 5 Stelle chiedono il divieto di animali nei circhi

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

‘Il Comune vieti l’utilizzo di animali selvatici ed esotici nei circhi e negli spettacoli viaggianti’

L’Ordine del Giorno proposto dal Movimento 5 Stelle sarà discusso nel Consiglio comunale di Cuneo del 25 e 26 febbraio

&ldquoIl Consiglio comunale impegna l’amministrazione ad inserire nel regolamento comunale vigente in materia di spettacoli viaggianti un articolo volto a bandire sul territorio del comune di Cuneo l’utilizzo di animali di specie esotiche eo selvatiche negli spettacoli viaggianti eo circhi che transitino eo si insedino sul territorio comunale, prevedendo specifiche sanzioni per eventuali violazioni dell’articolo inserito nel regolamento oggetto del presente comma&rdquo. Questo l’Ordine del Giorno che i consiglieri del Movimento 5 Stelle, Silvia Cina e Manuele Isoardi, proporranno all’attenzione del Consiglio comunale di Cuneo durante la seduta in programma lunedì 25 e martedì 26 febbraio.

 

Si legge nel testo: &ldquoIl circo con animali rappresenta al giorno d’oggi un mero aspetto folkloristico di una cultura ormai morta, basata sullo sfruttamento di animali esotici in cui le folle erano fatte divertire con le privazioni e le sofferenze di altri esseri viventi. In generale, le condizioni di detenzione degli animali nei circhi vengono identificate come non idonee anche da riconosciute autorità scientifiche e sia in Europa che in tutto il mondo sempre più paesi stanno portando avanti questa scelta di civiltà, bandendo gli animali dai circhi. Inoltre, una eventuale fuga di animali di specie esotiche dal circo come tigri, leoni o elefanti potrebbe causare problemi di ordine pubblico di non poco conto&rdquo. 

 

Diverse amministrazioni comunali hanno approvato, nei loro appositi regolamenti per le attività di spettacolo viaggiante, disposizioni tali da stabilire che nel territorio comunale non siano più accolti spettacoli di intrattenimento pubblico o privato con uso di animali di specie selvatiche ed esotiche. Recentemente, Il TAR della Toscana con sentenza del 22 marzo 2018 ha confermato la delibera di giunta del 21 febbraio 2017 con cui il Comune di Lucca stabiliva una moratoria per bloccare lo svolgimento su piazzale Don Baroni di attività relative a spettacoli viaggianti o di circo che utilizzino animali. Nell’Unione Europea Malta e Grecia hanno vietato tutti i tipi di spettacoli con utilizzo di qualunque animale, seguiti da Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Svezia, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia e Portogallo che hanno proibito l’utilizzo di animali esotici nei circhi, mentre Ungheria, Slovacchia, Polonia, Estonia hanno introdotto delle restrizioni che riguardano l’utilizzo di animali protetti dalla Convenzione internazionale CITES o provenienti da catture in natura.

 

Nel testo proposto dai consiglieri pentastellati si menzionano anche due articoli tratti da norme regionali: il 6 comma 2 dello Statuto Regionale (“La Regione riconosce il rispetto dei diritti degli animali, promuovendone la cura e la presenza nel proprio territorio al fine di garantire una corretta convivenza con l’uomo“) e il numero 1 della legge regionale 34 del 2671993 (“La Regione, nell’ambito dei principi e degli indirizzi della normativa nazionale e regionale, promuove la tutela nel proprio territorio degli animali quale elemento fondamentale e indispensabile dell’ambiente e riconosce alle specie animali il diritto a un’esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche ed etologiche“).

 

Da queste premesse nasce l’Ordine del Giorno che sarà sottoposto al Consiglio comunale di Cuneo nella seduta del 25 e 26 febbraio.

a.d.

 

Da www.cuneodice.it del 19/02/19

20/02/2019 8.29.51

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.