Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il 5 maggio, debutta in Italia lo show ‘Afrika! Afrika!’

TANTI AUGURI CRISTEL TUCCI

Il 5 maggio, debutta in Italia lo show
‘Afrika! Afrika!’

 

 A oltre tre anni dal debutto (avvenuto in Germania, il 14 dicembre 2005) sbarca in Italia uno show-colossal straordinario, per qualità, proporzioni, spettacolarità e idea di fondo: “Afrika Afrika!” sarà a Milano, al Mediolanum Forum, il 5 e il 6 maggio, e a Roma, al Palalottomatica, l’8 e il 9 dello stesso mese. In questo caso, il paragone con il notissimo circo “etico” Cirque du Soleil regge eccome. C’è chi lo ha definito un’opera d’arte contemporanea: più semplicemente, “Afrika! Afrika!” è la coloratissima rappresentazione di “un’altra” Africa o, meglio, del vero volto del continente nei secoli più umiliato. E’ un atto di ribellione gioioso, con le incredibili prestazioni di saltimbanchi, danzatori, giocolieri, maschere tribali, cantanti, musicisti, contorsionisti… Sono oltre 100 i personaggi in scena. E’ il trionfo del ritmo e dell’intensità, una specie di mondo a parte dove in ogni istante si prova un’emozione diversa. Ed è un’esperienza catartica (anche per il pubblico).

Gli artisti sul palco, pur provenendo da paesi diversi (Sudafrica, Botswana, Senegal, Congo, Mali, Ghana, Camerun, Costa d’Avorio, Tanzania, Gabon…) sono tutti accumunati da un sogno di libertà, non solo fisica. E’ un festoso incontro tra culture, e il merito va soprattutto all’ideatore e regista austriaco Andrè Heller. Così lo stesso artista multimediale, classe ’47, in un recente intervento. “Ho viaggiato spesso in tutta l’Africa, è gente che impara ed esercita l’arte nelle situazioni più difficili, che ha volontà e ottimismo incredibili. Ho deciso così di creare per la loro arte una piattaforma itinerante che fosse degna del loro talento. Uno spazio di sensuale bellezza…”. Anche l’ex segretario generale dell’Onu Kofi Annan ha amato lo spettacolo: “Afrika! Afrika! ci invita ad affrontare con rinnovata energia e immaginazione le sfide con cui il continente africano e il mondo in generale sono chiamati a sostenere. Risponde all’urgente necessità di un dialogo tra le civiltà.”

Da www.affaritaliani.it del 10/04/09

12/04/2009 20.23.53

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.