Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: I «Burattini» di Andrea Bertinelli

FESTIVAL DI LATINA

IL TOUR NELLA REGIONE

I «Burattini» di Andrea Bertinelli

FOLIGNO

 


Andrea Bertinelli

 

SEI ANNI ha girato il mondo con il Circo Acquatico Bellucci, realizzando il sogno di una vita, che lo aveva spinto a lasciare un prestigioso posto in una banca perugina per trasformarsi nel dolce clown che ogni sera introduceva e commentava lo show sotto il tendone. Adesso Andrea Bertinelli è pronto a una nuova avventura. Ha lasciato il circo, stanco anche di quella routine, e ha fondato una sua compagnia itinerante, il «Teatro Umbro dei Burattini». Ha debuttato a maggio con «Pinocchio», la favola per eccellenza, ha recitato per tutta l’estate tra piazze, villaggi e spiagge della riviera adriatica e dalla settimana scorsa è tornato a casa, in Umbria, dove resterà fino a febbraio per poi riprendere il viaggio. Domenica Andrea porterà «Pinocchio» all’Auditorium di Città di Castello (alle 15.30 e alle 17.30), domenica 19 sarà ai Riuniti di Umbertide, stessi orari, mentre altre date, compresa quella di Perugia, sono in via di definizione.

«Alla fine mi ero stancato della vita ripetitiva del circo, non avevo più energie—racconta l’attore —. Ho capito che era il momento di realizzare qualcosa di mio, anche se ha mantenuto ottimi rapporti con quel mondo che adoro» Decisivo l’incontro con Wioris Sciolan, artista circense di lunga tradizione familiare con cui Andrea crea la compagnia. I burattini, invece, si devono alla creatività di un anziano e bravissimo artigiano di Torino. Il debutto è con Pinocchio, di cui Andrea ha riscritto il copione «sulla falsariga della favola, più moderno, con riferimenti all’attualità e ai giochi oggi di moda tra i bambini». L’idea è di creare una nuova rappresentazione, un viaggio nei luoghi dove si sviluppa la vicenda con il pubblico, e non solo dei bambini, che partecipa in prima persona. Bertinelli ha il ruolo di regista e di presentAttore. «All’inizio—spiega— ho una parte recitata, interpreto il personaggio del vecchio scrittore che racconta e dà il via alla storia. Poi, di colpo, mi trasformo in un burattino che è davvero identico a me».

Le musiche originali sono di Giuliano «Paco» Ciabatta, artista perugino che collabora con Lucio Dalla. «Facciamo tutto da soli, l’impegno è dalla mattina a notte fonda».

Sofia Coletti

 

Da “La Nazione”

13/11/2008 23.22.03

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.