Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Cesare Togni. Il ricordo dei figli. Una famiglia internazionale

cesare togni

Cesare Togni. Il ricordo dei figli. Una famiglia internazionale

IL RICORDO DEI FIGLI. Alla camera ardente dell’ospedale Orlandi Alex ed Italo Togni con amici e parenti
Una famiglia internazionale
«Tutti lo amavano perché trattava tutti con uguale rispetto, capi di Stato e manovali»

 

 

 

Luca Belligoli
«Cesare Togni è stato un autentico signore. Era un uomo gentilissimo, non l’ho mai sentito alzare la voce, e anche di grande cultura. Siamo coetanei. Io ho anche lavorato per lui come regisseur di circo». A parlare è Gustavo Cottino manager di spettacoli viaggianti che risiede a Bussolengo ma ha anche recapiti a Miami e a Cuba. «Cesare è stato il primo e l’unico ad allestire un circo con tre piste. L’esordio è stato a Bologna nel parco della Montagnola nel 1970. Sono commosso mi mancherà molto. Ormai siamo rimasti in pochi della mia generazione ma lui è stato il più grande. Trattava tutti allo stesso modo, con grande rispetto e cortesia, dal capo di Stato all’ultimo dei manovali. Per questo tutti lo amano».
Nella camera ardente dell’Orlandi parenti e amici della famiglia Togni rendono omaggio alla salma del grande Cesare avvolta in un lenzuolo bianco. «Mio padre non ha voluto che lo vestissero a festa per questa occasione», spiega il figlio Alex che risiede a Montecarlo, «la notizia della sua morte è arrivata improvvisa e inaspettata. Mio padre svolgeva la funzione di supervisore delle nostre attività circensi. Stava preparando assieme a noi la nuova tournée del Circo Americano che ha il suo quartier generale a Verona, in via Germania nella Zai storica».
I fratelli Togni, oltre ad Alex ci sono Elvio, Italo, Viviana, gestiscono anche altri circhi che portano il nome della famiglia. «La nostra, non potrebbe essere altrimenti, è una famiglia internazionale ed è sparsa un po’ in tutto il mondo. I nostri cugini Casartelli (quelli del circo Medrano che ha base a Bussolengo) ora sono a Cipro con il circo. Domani (oggi per chi legge) comunque saranno in molti a partecipare al funerale di papà».
La famiglia Togni è attiva da oltre un secolo nel mondo del circo. Nel 1880 Aristide Togni si innamorò della figlia del direttore del circo Bolognese, la bella cavallerizza Teresa De Bianchi. La sposò e fondò il circo Vittoria. Aristide ebbe 10 figli tra i quali Ugo (padre di Cesare), Ercole, Riccardo e Ferdinando che più tardi diedero vita al Circo Nazionale Togni. Prima della seconda guerra mondiale l´Opera nazionale dopolavoro del regime fascista arruolò il circo dei Togni per fare spettacoli in giro per l´Italia. Cesare Togni negli anni ’50, assieme alla famiglia, fondò il Circo Nazionale Togni e successivamente alla fine degli anni sessanta il circo Cesare Togni, che diventò una delle insegne più prestigiose del panorama italiano ed europeo.

 Da “L’Arena” del 03/10/2008 15.52.45

 

Visita la nostra sezione

LA STORIA DEL CIRCO

 

Cesare Togni. Il ricordo dei figli. Una famiglia internazionale

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.