Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

GOLDEN CIRCUS FESTIVAL (LIANA ORFEI) SU RAI TRE

golden

GOLDEN CIRCUS FESTIVAL
(LIANA ORFEI) SU RAI TRE

XXI Festival Internazionale del Circo di Roma – Golden Circus by Liana Orfei

3 e 10 agosto 2005 – Raitre ore 21.00


La 21ma edizione del prestigioso Festival, diretto e condotto da Liana Orfei, che ne ha curato la regia teatrale ed i testi, ideando le coreografie e la messa in scena è stato ancora un successo che ha visto scendere in pista artisti incredibili, troupes provenienti da tutte le parti del mondo. Professionisti che hanno unito il virtuosismo fisico, con la delicatezza e la raffinatezza delle scenografie, musiche, la scelta di costumi originalissimi.

Questa edizione del Festival è stata anche una ricerca di “contaminazioni” musicali, incontri di ritmi e culture differenti. E ancora, momenti poetici dove la danza si è unita all’acrobatica aerea e alla grande musica del Maestro Pino Cangialosi eseguita dall’orchestra diretta dal Maestro Giancarlo Guidoni. Tutti numeri originali, mai visti in televisione, appositamente ricercati per il nostro Festival.

La prima puntata vede in pista la grande Liana Orfei che ci conduce in un fantastico mondo popolato da esseri incredibili provenienti dai cinque continenti: il Golden Circus Festival. Apre una delle più grandi troupe della Corea del Nord (18 persone) che si esibiscono in uno straordinario numero acrobatico di altalena coreana e bilancia russa: Kim Mun Il, Kim Ho Song, Ri Thae Ryong con i loro compagni del Circo di Stato della Korea del Nord, con i loro salti mortali che ci lasciano senza fiato arrivano fino in sesta colonna e raggiungono primati da Guinness nelle piroette aeree. Dall’Africa rispondono i “Les Mbiles”, una troupe acrobatica dal Gabon, che ci affascinano con le loro fantasiose simbologie acrobatiche.

Victor Markov da Mosca con il suo “Uomo Forzuto”, una esilarante parodia dei nostri tempi. Il duo Yusuf, (africa mediterranea) una coppia affascinante al trapezio sostenuto. I clown Salvini sono una coppia italo-inglese che con le loro riprese ci “tormenteranno” per tutte e due le puntate. Dalla Francia la grande illusione di Jidinis e le sue splendide ragazze che ci stupiranno con dei trucchi inediti. Dalla Cina la Zhe Jiang Acrobatic troupe, 14 stupende ragazze eseguono il numero del “Diablo” tutto sulle punte, da perfette ballerine classiche, con una coregrafia suggestiva e di grande emozione. Dall’Italia Ives Casu ci travolge con le clave più veloci del mondo coinvolgendo le 2000 persone del pubblico romano. Mentre il coreano Kim Yong Chol ci tiene con il fiato sospeso con un impossibile numero di equilibrismo al rola-rola. Una drammaturga esibizione è quella di Dmitry Korneevich montata da uno dei più grandi registi della Russia Valentin Gneuscev, dove traspare tutto il romanticismo, la forza e l’espressione del nuovo circo contemporaneo. Le 12 ragazze della troupe cinese chiudono la puntata con un divertente numero di giocoleria con i cappelli e ci invitano insieme a tutti i partecipanti alla seconda conclusiva puntata. L’apertura del Festival ed i suoi intermezzi sono eseguiti dal corpo di ballo del Golden Circus Festival con musiche e costumi che vogliono essere un omaggio a Napoli. Grande festa nel finale con oltre 80 persone in pista.

La seconda puntata del Golden Circus Festival, sempre condotta e commentata dalla regina del circo Liana Orfei inizia con lo stupendo numero di tigri e leoni, unico numero di animali in questo Festival, condotti dall’affascinante e bravissimo Redy Montico, Italia. Le bellissime Lu Dan e Ji Mao ling eseguono il più tradizionale numero circense cinese di Pagoda (contorsione con lampadari di cristallo) in una maniera unica, magica ed irripetibile dove grazie, bellezza e limite del corpo umano si misurano in un continuo confronto.
Sempre la coppia di clown Salvini, italo-inglesi che ci segue durante tutta la competizione con sempre nuove trovate comiche, mentre Dmitry Korneevich dalla Russia, ci offre un interessante mix di giocoleria ed acrobatica sul filo. Sue Ellen Casu ci offre un originalissimo numero di antipodismo, molto dinamico e di presa sul pubblico. Qu Qing & Ye Yi dalla Cina in “Butterfly Lovers”, un delicatissimo e difficilissimo numero ai tessuti composto da 10 persone e dove si esibiscono per la prima volta evolvendo il classico numero dei tessuti con nuovi esercizi pericolosissimi eseguiti a tre persone sul tessuto. Bianca Montico al trapezio insieme a Rachele, la prima ballerina, Antonella e Rodolfo, la cantante e la musica della Tammuriata, offrono una quadro poetico e originale con la coreografia di Lidia Turchi. Sin Un Sop, Pak Kum Hui, Ri Myong Chole ed i loro compagni della Scuola Circense della Corea del Nord ci mostrano come il semplice salto della corda, passatempo dei bambini, diventa una rigida e al tempo stesso armoniosa disciplina di ritmo e sincronismo. Anton Tarbeev, dalla Russia, gioca con grande abilità ai rocchetti, creando nuove figure. Stephane Curaudeau, dalla Francia, campione mondiale di BMX, per la gioia dei più giovani spettatori ci delizia con delle incredibili evoluzioni sulla bicicletta. E per ultimo una chicca per i più piccoli il ventriloquo Loris Silvano con il suo “pupillo” parlante.

Una grande competizione di troupes nata tra le brillanti scuole circensi della Cina, dell’africa e della Corea del Nord dove la Giuria ha dovuto esprimersi con una vittoria ex equo, e quindi due primi premi per la bravura eccezionale di entrambe le troupes.
Il Gala di Premiazione è stata una serata indimenticabile dove gli artisti, dopo essersi esibiti in performance eccellenti, sono stati applauditi e premiati da un pubblico di VIPs del mondo politico e culturale, ambasciatori, giornalisti.
Oltre ai tre trofei “Golden Circus Artist”, sono stati assegnati premi speciali concessi dalle maggiori istituzioni italiane come la Coppa d’argento del Presidente della Repubblica Italiana, dal Presidente del Senato della Repubblica, dal Presidente della Camera dei Deputati, dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma, dalle Ambasciate e molti altri ancora.
Ancora una volta uno dei più prestigiosi Festival del mondo entra nelle case italiane e del mondo, tramite Raitre, per continuare la tradizione del più grande spettacolo del mondo: IL CIRCO. Un successo di grande dimensione, quindi, teso a sottolineare l’importanza di questo Festival manifestazione, unica in Italia, dove l’interesse delle persone che, nonostante le fatiche del mondo e della comunicazione tra i popoli, sanno apprezzare ancora l’importanza culturale ed educativa che si trasmette sotto lo chapiteaux di uno dei Festival più importanti.

Si comunica infine che il nostro prossimo appuntamento (il 14 di settembre) con il pubblico di Raitre sarà, con una strepitosa puntata del circo più importante e famoso del mondo “Il Bolshoi Circus di Mosca” sempre presentato e commentato da Liana Orfei.

Ufficio Stampa del Festival
Lina Marsili e Monica Fiorentini
www.goldencircusfestival.com

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.