Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Nel “Giardino Segreto” del Circo

golden

Festival del Circo Contemporaneo
Cadute e salti mortali Quei gesti impossibili che sfidano la gravità
In scena Eric Lecomte e Le petit travers

 

 

 

Alla Festa Internazionale del Circo Contemporaneo è il momento del “Giardino Segreto”, lo spazio che si propone di essere una vetrina per gli spettacoli degli artisti più giovani e sperimentali.
La formula di quest’anno prevede l’abbinamento di due performance ripetute alle 21 e alle 22.15. Stasera (repliche fino al 3 luglio), allo chapiteau 2 al parco dei Circhi a Mompiano, sono in pista Eric Lecomte con “9.81” e la Compagnie Le petit travers con “Le parti pris des choses”.
In “9.81” Eric Lecomte, appassionato delle tecniche della danza aerea e della danza scalata, si diverte a sottomettere il corpo e gli oggetti all’influenza delle leggi della fisica universale (il titolo viene dalla formula gravitazionale, g = 9.81m/s²). Scalare, scivolare, strisciare sono i movimenti che Lecomte sperimenta in un esercizio di virtuosismo aereo in cui si mescolano la manipolazione di oggetti e le proiezioni d’immagini.
“Le parti pris des choses” è ispirato invece all’opera del poeta francese Francis Ponge capace, come scriveva Italo Calvino nel 1979, di «prendere un oggetto il più umile, il più quotidiano, e cercare di considerarlo fuori di ogni meccanismo verbale logorato dall’uso». François Lebas e Nicolas Mathis (i due jongleur della compagnia, che qui lavorano insieme alla danzatrice e trapezista Céline Lapeyre) giocano allo stesso modo del poeta non con le parole, ma con i gesti.
Utilizzano il trapezio come strumento di sviluppo scenografico, come mezzo per trasportare i corpi nello spazio conferendo una nuova dimensione alla danza. Azioni apparentemente semplici come cadere, gettarsi, prendersi tra le braccia, fanno scaturire situazioni conflittuali che i tre artisti sviluppano in un disegno coreografico originale.
Nella Fossa Viscontea del Castello, dopo il riposo di ieri, proseguono intanto (alle 22), le repliche di “Taoub” del Collettivo Acrobatico di Tangeri con la regia di Aurélien Bory.
I biglietti per gli spettacoli (11 euro interi, 9 ridotto, 6 per i bambini fino a 14 anni) si possono acquistare alla biglietteria del Museo di Santa Giulia in via Musei (dalle 11.30 alle 18) e nei punti vendita Ticketone. La biglietteria nei luoghi di spettacolo apre un’ora e mezza prima dell’inizio.f.d.l.

Da BresciaOggi del 30-06-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.