Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Legnago, Sindaco denuncia animalisti anonimi

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

 

 

 

 

Dopo la comparsa di scritte e striscioni

contro il «sindaco del circo»

 il Comune passa all’offensiva
Gandini ha querelato gli animalisti anonimi

Sette gli edifici imbrattati: «Qualcuno dovrà pagare i danni provocati dagli incivili»
Legnago. È finita sul tavolo dei carabinieri l’azione di protesta inscenata, nella notte tra domenica e lunedì scorsi, da una sedicente associazione animalista per contestare l’insediamento in zona stadio del circo livornese Niuman. Il sindaco Silvio Gandini – chiamato direttamente in causa dagli attivisti per l’autorizzazione rilasciata dal Comune ai circensi – ha sporto, infatti, denuncia contro ignoti. A spingere il primo cittadino ad adire le carte bollate non è stato, tuttavia, il suo onore ferito dallo striscione appeso sul cancello laterale del municipio, dove veniva accusato dai manifestanti di complicità nello sfruttamento degli animali. Bensì il danno arrecato dai contestatori con le scritte indelebili tracciate con lo spray in vari punti del capoluogo e delle frazioni.
«È inammissibile – biasima Gandini – arrivare a questi gesti estremi per difendere le proprie idee. Se questo gruppo di animalisti era a conoscenza di maltrattatamenti o di irregolarità nella custodia degli animali sotto il tendone del circo bastava che lo segnalasse civilmente, evitando di agire fuori dai binari della legalità. Ecco perchè ritengo doveroso che gli autori delle scritte si assumino le loro responsabilità e rifondano i danni arrecati sia al Comune che ai privati». Danni che ammontano ad alcune migliaia di euro, visto che dal dossier fotografico consegnato al sindaco dalla polizia municipale risulta che a far le spese del raid anti-circo sono stati in tutto sette palazzi. Tutti imbrattati lungo un percorso che comprende via XXIV Maggio, via Matteotti, via della Repubblica, via Primo Maggio, Porta Ferrara, via Trento e via dell’Artigliere. Nel frattempo la Lega antivivisezione di Verona ha scritto al sindaco per accertarsi se è stata compilata in maniera adeguata la «scheda informativa circhi» prevista da una circolare regionale per la tutela degli animali impiegati nei circhi. «E’ tutto perfettamente in regola, altrimenti non avremmo rilasciato l’autorizzazione» assicura Gandini.
Stefano Vicoli

Da L’Arena del 23-06-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.