Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Circhi e luna park protesteranno in piazza del Duomo

Circhi e luna park protesteranno in piazza del Duomo

Circhi e luna park protesteranno in piazza del Duomo

La richiesta di una data certa per le riaperture e di un sostegno alle imprese, che in questo settore sono circa 7.500 in Italia

Uno dei settori duramente colpiti dalle conseguenze delle restrizioni anti Covid è quello degli spettacoli viaggianti: giostre, luna park, circhi e così via. Attività chiuse fin dal primo lockdown, in parte considerate nel novero dello spettacolo dal vivo (i circhi), in parte no. Il settore conta, in Italia, circa 7.500 imprese e dà lavoro a qualcosa come 40 mila addetti. Per sensibilizzare sulla situazione di questo comparto, per il 26 marzo è stata indetta una giornata di mobilitazione nazionale che toccherà piazza Duomo, a Milano, e altre piazze in Italia. L’appuntamento milanese è dalle 9 alle 13. 

«Luna park e circhi sono chiusi da un anno – dichiara Ferdinando Uga, esercente e presidente dell’Associazione nazionale esercenti spettacoli viaggianti, che ha organizzato l’evento – ed è una disgrazia per le migliaia di piccole imprese la cui vita è fondata su questo lavoro. Le nostre attività sono all’aperto e abbiamo dimostrato di poterla gestire in piena sicurezza: abbiamo necessità di riaprire per dare respiro alle imprese. Le riserve economiche sono finite, gli aiuti stanziati dalle istituzioni sono stati insufficienti, dobbiamo tornare a far sorridere e a portare spensieratezza al nostro pubblico, ai giovani, alle famiglie e ai più piccoli». 

La richiesta al Governo è quella di una data certa per la riapertura e un sostegno per la ripartenza. Ai sindaci – che nel 2020 avevano chiuso i luna park anche quando erano consentiti dai Dpcm – «più attenzione al settore e collaborazione, per tornare ad offrire ai cittadini un divertimento popolare in piena sicurezza», spiega Uga: «La quasi totalità dei nostri esercenti ha concluso il 2020 con neanche 50 giornate di attività e, se non vengono presi provvedimenti, il 2021 rischia di essere ancor più catastrofico e drammatico. Circhi e luna park sono un’attività di cultura e spettacolo popolare che si svolge all’aperto e in piena sicurezza, nel rispetto delle linee guida nazionali e degli specifici protocolli approvati dall’autorità sanitaria».

«La situazione è molto grave – aggiunge Vincenzo La Scala, segretario generale nazionale Snisv-FeLSA-Cisl -, le aziende in questi mesi di blocco quasi totale hanno visto azzerato il loro fatturato, con un impatto negativo sull’occupazione. Chiediamo di potere riaprire le attività, gradualmente e in sicurezza, almeno nelle zone bianche e gialle, e di rafforzare le misure economiche di sostegno, fin qui poco più di una elemosina. Il lavoro è anche una questione di dignità: occorre restituire dignità ai lavoratori degli spettacoli viaggianti».

Oltre a Milano (piazza Duomo), l’appuntamento sarà a Torino (piazza Castello), Venezia (piazza Mercato, Marghera), Ferrara (piazza Trento e Trieste), Firenze (piazza Santa Croce), Perugia (piazza Italia), Roma (piazza del Popolo), Napoli (piazza del Plebiscito), Potenza (piazza Mario Pagano), Bari (Palazzo dell’Economia) e Cagliari (piazza Giuseppe Garibaldi).
 
Da www.milanotoday.it del 25/03/21
 

Visitate la nostra sezione

 

IN RICORDO DI….. le pagine della memoria

 

Circhi e luna park protesteranno in piazza del Duomo

[google-translator]

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

 
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.