Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Cala il sipario su “Circo in Villa” 2020

Cala il sipario su “Circo in Villa” 2020, a Cagliari duplice appuntamento con la Compagnia Nando e Maila

Cala il sipario su “Circo in Villa” / la I Rassegna Internazionale di Circo Contemporaneo organizzata dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna. La kermesse si chiude in bellezza con un duplice appuntamento all’insegna della fantasia fra teatro, musica, danza e arti circensi con la Compagnia Nando e Maila.

Una affascinante e sorprendente “Sonata per tubi” per una preziosa antologia di “Arie di musica classica per strumenti inconsueti” – oggi (venerdì 2 ottobrealle 18 nel giardino di Villa Pollini a Cagliari – nell’interpretazione di Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani insieme con la giovanissima Marilù D’Andria sulle note di Gioachino Rossini, Johann Sebastian Bach e Ludwig van Beethoven, ma anche di alcune delle canzoni più famose dei Pink Floyd e dei Rolling Stones oltre ad un omaggio al grande Louis Armstrong.

«Ogni cosa che tocchiamo o facciamo emette suono: sia gli attrezzi di circo, che il palco, che noi stessi» ricordano gli artisti e davvero nella “Sonata per tubi” ogni elemento scenico, dagli oggetti più comuni agli attrezzi, diventa parte di una coinvolgente “sinfonia” di voci e suoni, tra numeri di giocoleria e acrobazie, esercizi di equilibrio, danze e ardue “prove” di abilità. Uno spettacolare “concerto” per esplorare le potenzialità musicale nascoste dentro le cose, anche le più banali, che fanno parte del quotidiano dove anche dei semplici “tubi” possono mutarsi in strumenti come il “Basso Tubo”, il “Tuboncello”, il “Tubiolino” e il “Mini-tubo” accanto ai non meno sorprendenti e insoliti “Clavax” (clava/ sax), “Diabolofono” (diabolo sonoro), a un “Hula-Hoop sonoro” e perfino a un “Palo sonoro”.

La pièce – ideata e realizzata da Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani e Marilù D’Andria con il supporto di Marta Dalla Via e Federico Cibin – inizia con una virtuosistica performance musicale di Nando e Maila, tra oggetti volanti e strambi strumenti, finché a “stravolgere” l’armonia arriva un’adolescente, una “principessa moderna” che appare improvvisamente come l’eroina di una storia ancora da inventare, la protagonista di una “rivoluzione” teatrale e musicale, tra epiche imprese e affascinanti avventure. «Il mito principale degli adolescenti di tutto il mondo è quello dell’eroe. In ogni adolescente c’è, nella fantasia, nei pensieri e nelle zone più profonde dell’animo, l’esigenza di fare qualcosa di eroico, di particolare, che sia al di fuori della quotidianità per diventare adulti» si legge nella presentazione. Nella dimensione onirica e fantastica del circo – dove tutto può accadere – la fanciulla diventa elemento catalizzatore di una nuova ondata di musica ed energia, il ritmo diventa ancora più vorticoso in un intrecciarsi di melodie e ritmi – tra classici accenti, pulsazioni rock e variazioni in jazz.

«Il circo alimenta la follia dell’ensemble in contrappunto con clave che diventano sax e con diaboli sonori. Ne consegue un crescendo di canti polifonici a tre voci, di danze e prove di coraggio, musicali e circensi, che condurranno ad un rituale finale per il passaggio dall’adolescenza alla vita da adulto. Il pizzicato del clown musicale fa trasparire l’anima degli attori che con un linguaggio universale e accessibile a tutti, si incontrano e si scontrano nel magico gioco della vita».

“Circo in Villa” 2020 si chiude in bellezza – sabato 3 ottobre alle 18 a Villa Pollini Cagliari – con “Kalinka”, fortunato spettacolo della Compagnia Nando e Maila che mette in scena, tra suggestioni “felliniane” e rimandi alla grande tradizione sovietica, “Il Circo Russo come non l’avete mai visto”. Un intrigante viaggio “dietro le quinte” in compagnia di Mascherpa, sedicente e alquanto “sgangherato” impresario e della primadonna Maila Zirovna, reduce (a suo dire) dai prestigiosi palcoscenici e dalle tournées internazionali del circo sovietico. Nell’incontro-scontro tra i due personaggi – figure emblematiche del circo tradizionale – nascono screzi, incomprensioni, perfino dispetti, in una drammaturgia rigorosa e ludica, fatta di ironici e buffi duetti tra musica e danze, che si tinge di tenerezza e poesia.

In caso di maltempo gli spettacoli si svolgeranno presso il TsE di Is Mirrionis a Cagliari.

Info & prezzi: Ingresso €2 (indispensabile la prenotazione).
Per informazioni e prenotazioni: cell. 3454894565 – e-mail: biglietteria@cedacsardegna.it

Da www.shmag.it del 02/10/20
 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »