Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

San Benedetto del Tronto approvata la mozione di Muzi

Animali da circo, divieto di sfruttamento: approvata la mozione di Muzi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella seduta dell’assise consiliare di venerdì scorso, tra i vari punti all’ordine del giorno, è stata approvata e votata all’unanimità dei consiglieri presenti, la mozione presentata dal Capogruppo di Forza Italia Stefano Muzi.

La mozione, relativa alle misure a favore dei circhi senza animali in città, prevede documento condiviso ed elaborato con il supporto di alcuni animalisti locali. Tra essi, Alberto Ferretti, che sul tema ha lanciato recentemente anche una petizione online con centinaia di adesioni. E Carmelina De Rienzo, storica responsabile della gestione della colonia felina del molo sud e sensibile all’argomento.

“Purtroppo – dichiara Muzi – in assenza di una legge statale chiara e di un’adeguata copertura legislativa, per ora non si può disporre un divieto generalizzato e preventivo sull’utilizzo degli animali nelle manifestazioni circensi, ma con l’approvazione della mozione, traguardo di grande civiltà, si provvederà a redigere un apposito regolamento, inserendo il criterio di precedenza per gli spettacoli circensi senza animali ed imponendo un divieto per i circhi che utilizzino specie in via di estinzione o il cui modello gestionale non sia compatibile con la detenzione in una struttura mobile, secondo quanto indicato nel Regolamento Cites 2006”.

Conclude Muzi: “Sono convinto che il circo possa continuare ad esistere utilizzando le sole risorse umane. Come gli acrobati, i trapezisti, i giocolieri, i clown e gli illusionisti, prediligendo così l’abilità e l’arte invece che l’addestramento di animali esotici e non.  Un esempio su tutti è il “Cirque du Solei”.

Infine la mozione prevede di sollecitare il Governo nazionale e regionale all’approvazione di una legge specifica. Affinché siano vietati del tutto l’uso degli animali negli spettacoli circensi e che consenta ai comuni di poter autonomamente decidere se ospitare o meno, sul proprio territorio, i diversi spettacoli con o senza animali”.

Da www.picenonews24.it del 13/09/20

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

 

Translate »