Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

CIRCO KINOSHITA (J) – CIRCUS WORLD AFTER COVID19

 

Comincia con questo articolo la collaborazione con un’amica e grande artista Alessandra Savio Gonçalves che ci farà scoprire i circhi del sol levante. Cominciamo con il circo Kinoshita, circo in cui si esibisce in coppia con suo marito Augusto nel numero di grandi illusioni.

Alessandra Savio e Augusto Gonçalves

I circhi hanno una lunga storia in Giappone, con le prime compagnie di intrattenimento di strada conosciute come kyokubadan fiorenti durante il periodo Edo (1603-1868). L’arrivo dell’acrobata americano Richard Risley Carlisle nel 1864 introdusse il circo moderno in Giappone, e all’inizio del 1900 c’erano oltre 30 truppe che viaggiavano in tutto il paese. Tadasuke Kinoshita fondò Kinoshita Circus a Dalian, in Cina, nel 1902, e tornò in Giappone due anni dopo lo scoppio della guerra russo-giapponese. Il circo, caratterizzato da acrobati, cavalieri, orsi ed elefanti, divenne un grande successo e continuò ad esibirsi durante la seconda guerra mondiale, usando solo interpreti femminili poiché tutti gli uomini erano stati chiamati a combattere.

Il genero Mitsuzo Kinoshita subentrò come secondo presidente nel 1959 e procedette a portare la troupe in altre parti dell’Asia e del Pacifico per una serie di spettacoli. Il figlio maggiore di Mitsuzo Kinoshita, Mitsunori, divenne presidente nel 1983. Dopo la sua morte nel 1991, il figlio più giovane di Mitsuzo Kinoshita, Tadashi, fu promosso al vertice. Kinoshita Circus, attualmente è il più grande circo in Giappone , e si dice che sia tesoro delle arti tradizionali giapponesi, quest’anno celebra il suo 118 ° anniversario.

Tadashi Kinoshita

Kinoshita Circus presenta zebre, leoni ed elefanti nel suo spettacolo. La Convenzione di Washington proibisce il commercio di elefanti, ma Kinoshita Circus ha un accordo di amicizia con il governo thailandese che gli consente di prendere in prestito gli animali per brevi periodi. Il circo dona una parte dei suoi profitti agli sforzi di conservazione degli elefanti,  ha contribuito a costruire un ospedale per elefanti in Thailandia.

Il circo Kinoshita riaprirà dopo il periodo della pandemia il 1 agosto nella città di Tachikava (Tokyo) e vi rimarrà sino al 14 dicembre.

 

Il tendone può ospitare circa 2.000 persone e la compagnia afferma di attirare oltre 1 milione di clienti all’anno. Ogni spettacolo dura circa 2 ore e 10 minuti con un intervallo e presenta l’intera gamma di attrazioni circensi, tra cui clown, giocolieri, acrobati, trapezisti, addestratori di animali, illusionisti e motociclisti sfidanti la morte.

Kinoshita Circus ha circa 50-60 artisti e circa 20 provengono dall’estero. Il presidente della compagnia Tadashi Kinoshita afferma di setacciare il mondo per trovare i migliori talenti, valutando i diplomati delle scuole circensi e frequentando regolarmente l’annuale Festival Internazionale del Circo a Monte Carlo.

Nello show potrete ammirare:

-Parata iniziale con tutti gli artisti Giapponesi
– clown  Jessi & Tucker
– verticali sulle sedie  Takahara Kenji, Imamura Sho, Omiyaji Itzuki
– clown Jessi & Tucker
– giocoliere e cerchio aereo Duo Arlecchino
– clown Jessi & Tucker
– trapezio singolo dalla Russia Uliana
– clown Jessi & Tucker
-zebre Roberta Howes dall’Inghilterra
-Gonçalves super Illusion  Augusto & Sandra Gonçalves
-Wheel of death duo Sifulini Bulgaria

–  leoni di Michael Howes Inghilterra
– Clown Jessi & Tucker
– verticalista Ekaterina Russia
– globo della morte  Troupe Kinoshita
– giocoliere Brian Dresdner Argentina
– dalla Tailandia elefanti
– verticalista Andre Stykan Russia/Repubblica Ceca
– clown Jessi & Tucker
– doppi volanti The Flying Kinoshita
– finale

PER RAGGIUNGERE IL SITO DEL CIRCO

CLICCA QUI

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »