Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il Knie vuole ritornare a piantare le tende in Città

FESTIVAL DI LATINA

 

Il Knie vuole ritornare a piantare le tende in Città

Il circo Knie vuole ritornare a Locarno

LOCARNO Dopo la mancata tappa del centenario, la famiglia di artisti non intende rinunciare al Verbano &ndash Il problema principale è nella ripartizione dei costi di drenaggio del sito in via delle Scuole &ndash Trattative in corso con il Municipio e la società Terreni alla Maggia, proprietaria della zona agricola

Il Circo Knie vuol tornare a Locarno in pompa magna. E intende continuare a piantare il tendone in via delle Scuole, tradizionale sito degli spettacoli del «circo nazionale». Come si ricorderà nel 2019, anno del centenario, la tappa locarnese del Knie fu annullata a causa del maltempo e le copiose precipitazioni che allagarono la vasta area incolta di proprietà dei Terreni alla Maggia che da decenni ospita le esibizioni di trapezisti e clown. Annullamento con strascico polemico per i biglietti acquistati in prevendita e la delusione patita soprattutto dai più piccoli e dalle rispettive famiglie a causa del mancato spettacolo sulle rive del Verbano (Bellinzona e Lugano ospitarono ugualmente il giubileo del Knie). «Locarno è una piazza importante, faremo di tutto per proporla nel nostro tour 2020 che abbiamo appena presentato – ci conferma il direttore marketing del Circo Knie, Herbert Scheller -. Stiamo cercando un accordo con la Città e i proprietari del sito, la società Terreni alla Maggia, per avere ancora a disposizione quell&rsquoarea, i prossimi 17 e 18 novembre, ma in condizioni più sicure e confortevoli per le nostre installazioni», spiega Scheller.

Una collocazione ideale

Come si ricorderà, già all&rsquoindomani dell&rsquoannullamento della tappa locarnese dell&rsquoanno scorso fu intavolata una discussione, sia all&rsquointerno del Municipio cittadino che nell&rsquoambito del Convivio intercomunale dei sindaci, per individuare un&rsquoaltra area meno soggetta alle intemperie da offrire al circo. «Abbiamo proposto Ascona, nella zona dell&rsquoaeroporto e anche Tenero, sui terreni dell&rsquoex Cartiera, ma la direzione del Circo Knie non ha approvato queste alternative. L&rsquoarea di via delle Scuole, ci hanno risposto, è l&rsquoideale dal punto di vista logistico e per il collegamento con la stazione», ci dice il sindaco di Locarno Alain Scherrer.

Sabbia e ghiaia da spargere

Anche il direttore della Terreni alla Maggia SA, Fabio Del Pietro, ci conferma che il Circo Knie continuerà ad essere il benvenuto in quell&rsquoarea. Restano però il problema dei costi (da ripartire tra Knie, proprietà e Città) di un eventuale intervento di consolidamento e drenaggio dell&rsquoarea. Si parla di qualche decina di migliaia di franchi da spendere in sabbia e ghiaia, ma Del Pietro esclude però che la Terreni della Maggia SA abbia disposto perizie per determinare i costi di una drenatura supplementare. Dunque la trattativa per rivedere il Circo Knie a Locarno in via delle Scuole rimane aperta.

Da www.cdt.ch del 23/02/2023/02/2020 11.07.54

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.