Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: I Clown di Miloud ad Aversa

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

«L’ANGELO DAL NASO ROSSO» AD AVERSA: DOMANI ESIBIZIONE AL FERMI

 

I clown di Miloud all’ospedale psichiatrico

 

Antonio Marfuggi «La vita è un grande circo comico e drammatico e l’uomo deve essere innanzitutto un grande clown: per la maggior parte di questi ragazzi, dar vita ad uno spettacolo significa avere la possibilità di dire e di fare. Il circo è sorriso ma anche pianto». Parola di Miloud Oukili, l’artista circense franco-algerino, l’angelo dal naso rosso (suo tradizionale strumento di lavoro) che dal 1992 aiuta gli sfortunati e poveri bambini rumeni che vivono nelle fogne di Bucarest. Bambini che Miloud ha conquistato semplicemente, con le sue evoluzioni circensi, le sue gag, la sua semplicità e allestendo piccoli spettacoli nei canali sudici della capitale rumena. Ma «l’angelo dal naso rosso» ha fatto anche di più, creando : un centro di accoglienza diurna che offre ai bambini abbandonati assistenza medica, sostegno psicologico e un tetto dove trovare riparo. Oltre ai corsi di formazione professionale, i ragazzi apprendono, però, anche l’arte del circo, quella delle acrobazie e della giocoleria. Grazie a lui, oltre 500 bambini hanno ritrovato il sorriso e la speranza di un futuro vero, e 60 sono diventati, a loro volta, artisti circensi che insieme a Miloud si esibiscono in giro per il mondo, sensibilizzando l’opinione pubblica internazionale. Dal 1998, Miloud e ricevono il sostegno di COOPI (Cooperazione Internazionale), un’organizzazione non governativa che opera per lo sviluppo dei popoli e fornisce a Parada anche un contributo economico con la campagna «Un naso rosso contro l’indifferenza». Per il suo impegno a favore dell’infanzia, nel 1999 Miloud Oukili ha ricevuto il premio internazionale Unicef dalla parte dei bambini. In questi giorni Miloud è in Campania e nei giorni scorsi ha deliziato il pubblico aversano, prima esibendosi nell’auditorium dell’associazione musicale intitolata a «Bianca D’Aponte», la giovane artista aversana scomparsa prematuramente due anni fa e, poi, ieri nell’istituto tecnico “Volta”. Questa mattina, invece, i clown di Miloud allieteranno i degenti dell’Ospedale psichiatrico giudiziario “Filippo Saporito”. Domani, infine, a partire dalle 11, si esibiranno nell’orto botanico del liceo scientifico “Fermi”: “E vista la particolarità e l’unicità dell’evento -sottolinea il preside dell’istituto, Umberto Mazzarella- il nostro invito a prendere parte all’evento di domani mattina è rivolto essenzialmente alle famiglie, ai loro bambini e a quelle associazioni locali che operano nel campo del sostegno agli anziani e ai disabili”. L’iniziativa, fortemente voluta dal dirigente scolastico del “Fermi”, rientra nell’ambito del progetto Urban cui il liceo scientifico aversano ha partecipato, al pari di altri istituti superiori. La presenza a Napoli e in Campania di Miloud è stata organizzata dall’Istituto Italiano per gli Studi Europei di Giugliano che lavora al progetto di portare e i suoi artisti di strada nelle periferie di alcune città campane. Un appuntamento, anche epr questo, da non perdere.

 

Da Il Mattino di Caserta del 13-11-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.