Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

PAGINE DI CIRCO: Illusionisti protagonisti

 

Anche la magia ha ispirato tanti romanzi. Fra essi ce ne sono alcuni che, pur in una cornice di fantasia, coinvolgono personaggi realmente esistenti o esistiti, raccontando e omaggiando pagine di storia dell’Arte Magica.

Il più recente, pubblicato nel 2014, è dedicato a un artista molto conosciuto nell’ambiente del circo italiano: l’illusionista Ottavio Belli. Se il libro fosse un film diremmo che interpreta la parte di se stesso.  “Falsa Imago” (di Riccardo Cecchelin) è un thriller molto ritmato e capace di tenere col fiato sospeso il lettore dalla prima all’ultima pagina. La cultura magica di Ottavio, coinvolto nelle indagini, si renderà indispensabile per trovare e cercare di fermare un pericoloso serial killer che mostra di conoscere molto bene i segreti dell’illusionismo e del trasformismo. Belli non è l’unico personaggio del mondo reale: a un certo punto delle ricerche viene interpellato anche il noto prestigiatore e cabarettista Raul Cremona; vengono poi citati qua e là svariati altri grandi artisti del panorama magico internazionale, contemporanei e del passato (David Copperfield, Arturo Brachetti, Haldin, Houdini, Eugene Burger, Tony Slydini, Channing Pollock…), vengono descritti alcuni numeri e svelata qualche tecnica… La trama, ambientata a Milano, è inoltre impreziosita da accenni storici ad alcuni monumenti, scorci, quartieri e vie della città. Finzione e realtà si confondono molto bene, proprio come nelle migliori esibizioni di magia!

“Carter e il diavolo”, scritto da Glen David Gold nel 2001 (pubblicato in italiano da Baldini Castoldi Dalai editore nel 2004) è dedicato a un grande artista del passato, realmente esistito: Charles Carter, divenuto famoso come “Carter the great” (“Carter il grande”). L’intreccio di fantasia (la sua volontà di affermarsi come il più grande mago del suo tempo lo porterà a prendersi più rischi del dovuto…) si fonde in un preciso contesto storico (gli Anni Venti del secolo scorso in America, un decennio dorato che precedette la crisi della grande Depressione iniziata nel 1929), con continui rimandi e testimonianze riguardanti la Cultura magica dell’epoca e i suoi protagonisti: oltre a Carter sono coinvolti nella trama (o anche semplicemente citati) Thurston, Goldin, Kellar, Houdini, Jansen, Raymond e altri…
Per la traduzione italiana dei termini magici è stata coinvolta la consulenza del matematico ed enigmista Ennio Peres, in collaborazione con gli storici dell’illusionismo (essi stessi illusionisti) Massimo Polidoro, Mariano Tomatis e Dario Uri.

Un romanzo veramente avvincente e appassionante! Avventuroso e ricco di suspense. Non spaventi la lunghezza, a questo proposito concordo con il commento dello scrittore e saggista Jonathan Franzen: “La magia più grande? Le ore spariscono, le pagine si girano da sole!”.

Francesco Farnè

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »