Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

“GILDA DEL LEONI” AL CIRCO DI BERLINO WULBER (1991/92): Il Video

 

Qualche mese fa abbiamo riportato alla mente il celebre numero di Jockey di Ketty Vulcanelli e delle sorelle Wulber. Oggi il vasto archivio storico di Mauro Cantoro ci propone un bel video che ritrae Gilda Vulcanelli con i suoi leoni al Circo di Berlino in occasione della permanenza a Mestre per le Festività 1991/92. Una ripresa amatoriale ripresa in occasione della visita di una giornalista di un’emittente veneta al Circo della famiglia Vulcanelli.


GUARDA IL VIDEO
Archivio Storico Mauro Cantoro

Versatile come tutti i fratelli Vulcanelli, Gilda iniziò a provare il numero di leoni a 17 anni, all’epoca in cui le uniche donne a entrare in gabbia erano Rina Bizzarro e Franca Rossi e da qualche anno aveva smesso anche Anita Orfei. Gilda in appena un mese aveva provato e debuttato col numero completo, anche se le sorelle e la mamma non erano d’accordo con questa scelta. Così una mattina approfittando della momentanea assenza del papà presentò da sola il suo numero e da allora nacque “Gilda dei Leoni”. Gilda riusciva a coniugare eccezionalmente bellezza, femminilità e grande coraggio tra i felini. Il binomio dolcezza-aggressività che scaturiva da questa simbiosi creava grande suggestione su qualsiasi tipologia di pubblico.

Il primo ingresso di Gilda in gabbia avvenne a Salerno nel settembre 1983, aiutata come si è detto dal padre Mario e da Ettore Weber. Ma il debutto ufficiale avvenne a Roma nel novembre 1983 in Via Cristoforo Colombo in occasione di uno spettacolo a favore dell’Unicef alla presenza di molti personaggi dello sport e dello spettacolo.

Il Circo Wulber di Berlino a 3 piste nel 1983

Il padre le dedicò locandine e manifesti che ritraggono il suo profilo accanto a quello di un leone. A Lecce questi manifesti oggi assolutamente innocenti, portarono a una denuncia alla procura della Repubblica di Roma in quanto alcune associazioni ritenevano che tale immagine potesse ledere la dignità della donna. Nella città successiva, Maglie, un quotidiano scrisse ironicamente “questa immagine degrada il leone!”. Oggi fa ridere pensare a una polemica su questo delizioso manifesto, ma i tempi cambiano e le mentalità evolvono.

La locandina di “Gilda dei Leoni” nel 1991/92 a Mestre (Archivio Daniele Chiaro)

Seguono 20 anni di successi, di esibizioni, anche televisive, qualche infortunio seguito da rapidi rientri in gabbia, e tanti tanti spettacoli. Durante la maternità sarà il fratello Matteo (che in questo video si vede accompagnare la sorella in gabbia) a mandare il gruppo di leoni.

Il Circo Wulber di Berlino nel 1991/92 a Mestre (Foto Arcangelo Cannizzaro)

Nel 2004 Gilda mette fine alla sua carriera da domatrice proseguendo quella da trapezista nella celebre formazione dei Flying Wulber in cui brilla ancora oggi.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

 

Translate »