Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

21/12/2004: NASCE L'”ANC”: ASSOCIAZIONE NAZIONALE CIRCENSI

 

Da “L’Arena” di Mercoledì 21 Gennaio 2004

CEREA. E’ nata l’Anc, Associazione nazionale circensi, che raggruppa 13 soci fondatori e ha come segretario il commercialista Luigi Giarola – Sindacato per la riscossa del circo – Gli obiettivi sono nuove leggi, minore burocrazia e spettacoli nelle scuole Cerea. Cerea punto di riferimento nazionale per gli operatori del circo. E’ nata, infatti, lunedì 19 gennaio, proprio nel Comune del Basso veronese l’Anc, Associazione nazionale circensi e Cerea ne sarà anche la sede legale. Luigi Giarola, commercialista, sarà il segretario della neonata associazione. E’ proprio il legame con la famiglia Giarola, Giovanni organizzatore e agente circense, e Luigi, contabile di gran parte degli operatori, il motivo per cui è stata scelta Cerea, come luogo per il battesimo ufficiale. Un sindacato di categoria che si affianca all’unico esistente, il noto Ente Nazionale Circhi, nato 50 anni fa. Obiettivo: la difesa e il sostegno di tutti i circhi italiani, puntando all’adesione entro breve tempo di una percentuale superiore al 50 per cento. I soci fondatori, che hanno sottoscritto l’atto costitutivo nello studio Giarola, sono 13. Gli aderenti dichiarati sono 35. La contrapposizione con i quattro colossi, Moira Orfei, Livio Togni, Circo Americano e Medrano, non è dichiarata apertamente, ma traspare evidente. “Questo sindacato – commenta Franco Polacchini, responsabile relazioni pubbliche – nasce perchè fino ad oggi non abbiamo avuto riscontri concreti dall’Ente nazionale. Ci siamo stancati. Esistono in Italia 130 operatori del settore, che non possono essere ritenuti una categoria inferiore a nessuno: soprattutto ai soliti noti”. Un’associazione, che polemiche a parte, avrà un ruolo impegnativo da svolgere, prefiggendosi oltre che la rappresentanza nei confronti di qualsivoglia autorità, il compito di rilanciare il circo e la cultura circense. Gli obiettivi, in sintesi, sono sintetizzabili in quattro punti. Elaborazione di leggi per la difesa della categoria: il problema più spinoso, che gli operatori sollevano è quello dell’utilizzo degli animali per gli spettacoli, “principale attrattiva che incentiva il pubblico a vedere le esibizioni”; questione che apre un fronte di scontro con gli animalisti, definiti dall’entourage circense persone (che si limitano a protestare, senza mai degnarsi di prendere visione delle reali condizioni degli animali, vere e proprie casseforti del circo). In secondo luogo, l’eliminazione della burocrazia. “Qui da noi – spiega Polacchini – gli intralci burocratici sono superiori a qualsiasi paese europeo: si consideri che ogni luogo in cui ci esibiamo, dobbiamo passare per la Commissione di vigilanza provinciale, che verifichi se tutto è a norma. In Francia, ad esempio, è sufficiente un controllo all’anno”. Gli altri scopi sono lo snellimento dei visti di soggiorno, sia per i lavoratori, sia per gli artisti, presso il ministero del lavoro, (che è celere solo con gli artisti televisivi), e infine la battaglia per far ritornare il circo nelle scuole. “Una promessa che l’esecutivo fa – chiarisce Vanes Rossante, presidente dell’Anc, originario di Castagnaro e direttore del circo Davide Orfei e legale rappresentante del circo di Mosca – è quella di ridare all’attività circense il livello che gli spetta, tutelando la qualità degli spettacoli, i diritti degli spettatori, ridando al circo il giusto ruolo che gli compete nella cultura: nell’associazione sarà per questo inglobata anche la scuola del circo di Torino. La nostra associazione – precisa – si adopererà per dar forza a una categoria, che è stata purtroppo poco rappresentata, rimanendo sconosciuta e soffocata dai grandi nomi”.

di Roberto Marchiori
Tratto da “L’Arena” di Mercoledì 21 Gennaio 2004

Salerno (Italy) – 22 January 2004 – 00:25:17

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.