Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

CI HA LASCIATO FRED ROBY

CI HA LASCIATO FRED ROBY

Apprendiamo con grande rammarico della scomparsa del ventriloquo elvetico Robert Bassoli, in arte Fred Roby, nato a Ginevra il 13.2.1931.

Proveniente da una famiglia di artisti musicali, Fred Roby mise in scena un primo numero di ventriloquo all’età di 14 anni e vinse il primo premio dal Circolo svizzero degli illusionisti. A 19 anni da autodidatta ricevette il primo premio da ventriloquio al Magic Congress di Parigi, che gli aprì la strada professionalmente. Inizia al Can-Can e presto diventa l’attrazione di cabaret e music hall in tutta Europa. Un sogno d’infanzia si avvera per lui nel 1960 quando torna a casa, la Svizzera, per prendere parte alla stagione del Circo Knie, prima di moltiplicare i contratti nel prestigioso Palladium e Savoy Hotel di Londra; Lido, Olympia, Moulin-Rouge o Bobino a Parigi; Stardust e Tropicana a Las Vegas, tra gli altri.

Presenta il suo numero in più di quindici lingue. Dotato di un registro vocale di tre ottave, combina l’umorismo con le sue doti di manipolatore, infilando un’ora di numeri vari e spettacolari, creando in un batter d’occhio con oggetti comuni (un foulard, dei bottoni,…) il gatto Cooky, il pappagallo Rico, il barboncino bianco Micky o Coralie la regina del reggae. A labbra immobili, riesce a dare voce a tre personaggi contemporaneamente che interagiscono tra loro. Per il suo trucco più magistrale, durante la serenata ininterrotta della sua mascotte Coralie, fuma tranquillamente una sigaretta, beve acqua attraverso una cannuccia e poi l’accompagna alla musica della bocca.

Fred Roby tornerà al Circo Knie nel 1976 e poi nel 1991, partecipa al Festival di Monte Carlo, e lo ricordiamo in Italia al Circo Medrano della famiglia Casartelli nell‘inverno 2001/2002 in occasione della piazza di Roma.

Un grande artista che lascia un segno grazie alla sua luminosa carriera e l’unicità del suo lavoro.

Biografia completa di Fred Roby: CLICCA QUI

Biografia da Diercksen, Laurent: Fred Roby, in: Kotte, Andreas (Ed.): Dictionnaire du théâtre en Suisse, Chronos Verlag Zurich 2005, vol. 3, p. 1507–1508.

CI HA LASCIATO FRED ROBY

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.