Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Clown&Clown Festival con il Premio Takimiri

Clown&Clown Festival con il Premio Takimiri e lo show dei Disguido

MONTE SAN GIUSTO  – È in corso l’edizione extra-ordinaria del Clown&Clown Festival, il Festival Internazionale di Clownerie e Clown-terapia di Monte San Giusto che sino al 4 ottobre sta proponendo un programma concentrato, che non tralascia però nessuno degli elementi distintivi della manifestazione: spettacoli circensi e di clownerie, appuntamenti dedicati alla dimensione sociale, senza dimenticarsi della formazione rivolta alle scuole e quella dedicata alla clownterapia con i corsi FNC.
Dopo le prime due giornate, il festival prosegue sabato 3 ottobre con il Premio Takimiri e lo spettacolo d’illusionismo, mimo e cabaret dei Disguid in piazza, la clownferenza sulla “bellezza” e i workshop della Federazione Italiana ClownDottori online
 
GLI EVENTI DAL VIVO DI SABATO 3 OTTOBRE
Tutti gli spettacoli si svolgono sul grande palco di Piazza Aldo Moro e saranno accessibili solo su prenotazione attraverso il circuito Ciaotickets

Nelle prime due serate si è svolto il ClownFactor, l’originale contest del Festival che quest’anno ha visto sei artisti e/o compagnie sfidarsi davanti al pubblico con il loro miglior repertorio. Un format che mixa sapientemente artisti con esperienza ed artisti emergenti, competizione e intrattenimento, al fine di dare spazio e valore alla miglior creatività in circolazione nelle arti del circo e nella clownerie, in Italia e non solo.
Te compagnie si sono aggiudicati l’accesso al prestigioso “Premio Takimiri. Una vita per il Circo”, evento e riconoscimento dedicati alla memoria del grande clown Antonio Taddei, in arte Takimiri, in programma alle ore 15:00, con biglietto di ingresso di 2 euro e gratuito per i bambini sino ai 10 anni di età.
Lo show e viene presentato da Enzo Polidoro e Didi Mazzilli, comici e cabarettisti che hanno partecipato a diverse trasmissioni televisive nazionali, da diversi anni preziosi ospiti e collaboratori del Festival.
La giuria di esperti internazionali è composta da Danglar Takimiri della omonima famiglia, Boris Vecchio – attore, regista e direttore artistico del Circumnavigando Festival di Genova, Raffaele De Ritis – regista e storico del circo, Remo Di Filippo e Rhoda Di Filippo Lopez della direzione artistica del FOF – Figura Offida Festival.
 
Alle ore 21:30 sarà la volta della compagnia Disguido in “Disillusion Cine Magic Show”, con ingresso di euro 5 e gratuito per bambini sino a 10 anni di età. Un mix d’illusionismo, mimo e cabaret, un’esperienza magica unica in uno spettacolo visuale ricco di emozioni e divertimento. Un susseguirsi di quadri che si rifanno al meraviglioso universo cinematografico, colonne sonore, personaggi e citazioni messi in scena da due folli attori, in un’alternanza di sketch musicali, trasformismo e giochi di prestigio.
I Disguido sono Guido Marini e Isabella Zanivan, un duo di fantasisti, una coppia 50&50 sul palco e nella vita, due attori eccentrici ed esuberanti, illusionisti e performers eclettici che si sono aggiudicati diversi prestigiosi premi in Italia e all’estero. Nel 2013 hanno vinto il Mandrake d’Or (Oscar della Magia, Francia), nel 2017 il terzo premio FISM in Comedy Magic al Campionato Europeo di Magia a Blackpool, nel 2018 hanno rappresentato l’Italia ai Mondiali di Magia in Corea e nel 2020 hanno vinto il Primo premio all’international Forum of Magicians a San Pietroburgo.
 
Tutti gli eventi “in presenza” vengono organizzati applicando il protocollo anti-Covid19 per il cinema e lo spettacolo dal vivo previsto dal DPCM più recente.
  
GLI EVENTI ONLINE DI SABATO 3 OTTOBRE
Dal 28 settembre è in corso il Programma Scuole, accessibile online da tutti gli istituti interessati, in Italia e nel mondo. I video formativi pensati per le diverse fasce d’età e creati da diversi clown umanitari e formatori saranno accessibili fino al 3 ottobre. Attraverso i contributi di Enne Marx, Sabine Choucair, Claun il Pimpa, Rachele Ignesti, il Clown&Clown Festival porta temi sociali e l’arte circense nelle scuole e sostiene le associazioni con una donazione. Programma completo e registrazioni su clowneclown.org/progettoscuole

Dopo il Seminario “Benessere e salute: Il ruolo del clown nei contesti di cura”, svoltosi giovedì 1 ottobre, gli eventi online proseguono sabato 3 ottobre alle 18:00 con la Clownferenza intitolata “Oltre la Bellezza: l’evoluzione dell’estetica attraverso le emozioni”.
Un’occasione significativa per riflettere sul significato dell’estetica del clown, sul ruolo della bellezza nell’arte circense e nelle clownerie: costumi e make-up eccentrici e caratterizzanti che non sono fatti per nascondere o coprire l’identità dell’artista, ma sono uno strumento per svelare e dare risalto alla sua dimensione più intima. Così la bellezza estetica diventa un mezzo per comunicare quella interiore (iscrizioni sul sito clowneclown.org).
Il tema sarà approfondito da un punto di vista interdisciplinare e multiculturale, grazie agli interventi di:
Katalin Lightner – artista e costume designer statunitense che lavora nel circo contemporaneo, il teatro fisico e le performace tecnologiche. Nel 2015 il suo progetto “Lit” ha vinto il concorso “Quando la Tecnologia incontra la Creatività” indetto dal Cirque du Soleil. Si esibisce in tutti gli Stati Uniti in spettacoli teatrali circensi, festival, eventi privati, in TV e film. È fondatrice di Dream Rippled Productions e co-fondatrice di Soda City Cirque, due compagnie teatrali circensi del Sud Carolina.

Enne Marx – attrice, clown, formatrice e ricercatrice che lavora nel settore umanitario con un’enfasi sulle arti performative, in particolare sulla clownerie. Co-fondatrice della Compagnia teatrale Animée/As Levianas- (prima banda di clown donne del Brasile), Direttrice di PalhacAria, Festival Internazionale di donne clowns a Recife, e Ideatrice della Rete dei Festival Brasiliani. Fondatrice di Teachingclowning, per cui organizza workshop di clown indirizzati a diversi pubblici in Brasile, Portogallo, Italia.
Carlo Lanciotti – Presidente e fondatore della Compagnia dei Folli.

Sabato 3 ottobre si svolgeranno anche i workshop a cura della Fnc – Federazione nNzionale Clowdottori, che quest’anno celebra i suoi 15 anni. Gli incontri formativi che si svolgeranno online si intitolano:  “Emozioni positive nel 2020, (s)guardo da clown” con il formatore Massimiliao La Paglia e “Gibberish: il linguaggio del non sense” con la formatrice Lucia Berdini (info e iscrizioni su clowneclown.org).
 
DOMENICA EVENTO FINALE CON PREMIO AD ARTURO BRACHETTI
Anche quest’anno verrà assegnato il Premio Clown nel Cuore, riconoscimento che in ogni edizione viene assegnato a persone che si sono distinte per il loro impegno nel sociale e per essersi fatti messaggeri del valore terapeutico della risata attraverso la propria arte e il proprio lavoro.
Sarà Arturo Brachetti a ricevere il Premio Clown nel Cuore 2020, durante l’evento di chiusura del Festival “Distanti Per Sorridere… D’Istanti”, che si svolgerà domenica 4 ottobre, un grande varietà presentato dai comici Enzo Polidoro e Didi Mazzilli con la partecipazione di Gianluca “Scintilla” Fubelli, della compagnia Carillon Vivente, della Compagnia dei Folli, dei Disguido e di Raffaello Corti, che si chiuderà proprio con la cerimonia di premiazione del grande Maestro del trasformismo internazionale (prenotazioni sul sito clowneclown.org)

Il grande artista torinese, il più veloce trasformista del mondo, l’uomo dai mille volti che in un battito di ciglia (o forse due) è capace di trasformarsi in mille personaggi, torna nella Città del Sorriso a distanza di un anno, dopo aver raccontato al pubblico del Clown&Clown il dietro le quinte della sua vita, in un’intervista senza maschere, a cuore aperto, tra confidenze, ricordi e viaggi fantastici.

L’Ente Clown&Clown, organizzatore del Festival, ha così motivato l’assegnazione del Premio: “Arturo Brachetti con la sua arte ci ricorda quanto la bellezza sia importante per continuare a emozionarsi e a meravigliarsi, anche in momenti difficili come quelli che abbiamo vissuto quest’anno. Non solo: il Maestro ci fa riflettere su come la bellezza si possa trovare nelle piccole cose, se viste nella giusta prospettiva e con un pizzico di fantasia, ma anche su quanto sia effimera e fugace la bellezza che ci circonda. Bisogna essere solo abbastanza attenti e abbastanza veloci da coglierla e lui di certo è il numero uno in questo!”

Da www.corriereadriatico.it del 03/10/20

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »