Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Nettuno. Niente circhi con gli animali, deliberato il divieto di attendamento sul territorio comunale

FESTIVAL DI LATINA

– RASSEGNA STAMPA –

Nettuno. Niente circhi con gli animali, deliberato il divieto di attendamento sul territorio comunale

Anche la città di Nettuno si allinea alla scelta fatta da diversi Comuni Italiani di vietare l&rsquoutilizzo degli animali negli spettacoli dei Circhi. Al Consiglio comunale è demandato il compito di approvare un apposito regolamento

Questa la Delibera della Giunta Comunale N. 29 DEL 09/03/2020
Oggetto: DIVIETO DI ATTENDAMENTO NEL TERRITORIO COMUNALE DI CIRCHI CON ANIMALI
Premesso che:
■ la Città di Nettuno ha spesso ospitato circhi ,contribuendo a fornire alla cittadinanza spunti di divertimento ed evasione, con spettacoli apprezzati soprattutto dai bambini
■ ultimamente, però, I circhi che utilizzano animali sono al centro di numerose critiche e polemiche, non solo da parte di organizzazioni o enti che si pongono a difesa degli animali e del loro sfruttamento, ma anche da buona parte di cittadini che hanno sviluppato una sensibilità tale da preferire spettacoli artistici che non utilizzano animali rispetto a quelli in cui gli animali selvatici vengono utilizzati dall&rsquouomo violandone di fatto il naturale comportamento e l&rsquoindole
■ anche se prive di maltrattamenti e violenze, le condizioni di detenzione degli animali nei circhi vengono sempre più spesso identificate come non idonee anche da riconosciute autorità scientifiche in Europa e in tutto il mondo e sempre più paesi stanno portando avanti questa scelta di civiltà, bandendo gli animali dai circhi. In Italia molte amministrazioni comunali si sono schierate con le associazioni animaliste vietando la sosta dei circhi con animali sul proprio territorio
■ la legge 7 febbraio 1992, n. 150 (Disciplina dei reati relativi all&rsquoapplicazione in Italia della convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione, firmata a Washington il 3 marzo &lsquo1973, di cui alla legge 19 dicembre 1975, n. 874, e del regolamento (CEE) n. 3626/82 e successive modificazioni, nonché norme per la commercializzazione e la detenzione di esemplari vivi di mammiferi e rettili che possono costituire pericolo per la salute e l&rsquoincolumità pubblica) ha istituito, presso il Ministero
dell&rsquoambiente, la Commissione scientifica per l&rsquoapplicazione della Convenzione sul commercio internazionale delle specie animali e vegetali in via di estinzione (CITES), che ha stabilito i criteri generali e i requisiti minimi per la detenzione di animali esotici nei circhi e mostre itineranti, in funzione della tutela del loro benessere
Considerato che
■ la Dichiarazione Universale dei diritti degli animali proclamata il 27 gennaio 1978 a Bruxelles, all&rsquoart 4 recita &ldquoogni animale che appartiene ad una specie selvaggia ha diritto di vivere libero nel suo ambiente naturale, terrestre, aereo, acquatico ed ha il diritto di riprodursi ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto&rdquo ed all&rsquoart 10 &ldquonessun animale deve essere usato per il divertimento dell&rsquouomo le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell&rsquoanimale&rdquo
■ la CITES, nell&rsquoemanazione delle linee guida di indirizzo per il mantenimento di animali presso circhi e mostre itineranti, ha sottolineato che &ldquole indicazioni inerenti i requisiti minimi non devono essere considerate come una giustificazione o invito a mantenere determinate specie nei circhi. In particolare, si raccomanda che in futuro non vengano più detenute le specie in via di estinzione o il cui modello gestionale non è compatibile con la detenzione in una struttura mobile quali: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe. rapaci&rdquo
■ la legge 20 luglio 2004, n. 189 (Disposizioni concernenti il divieto del
maltrattamento degli animali, nonché di impegno degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate) punisce chiunque maltratti gli animali, anche contravvenendo alle loro caratteristiche etologiche
■ nel Comune di Nettuno non vi sono aree pubbliche per ospitare gli spettacoli
viaggianti che hanno le caratteristiche utili ad ospitare gli animali ed assicurare loro adeguate condizioni di sicurezza, igiene e benessere
ACQUISITI i pareri resi ai sensi dell&rsquoart. 49 del D.Lgs n. 267 del 18/08/2000
VISTO il D.Lgs. n. 267/2000
DELIBERA
■ di dare atto che le premesse sono parte integrante del presente atto
■ che in attesa della realizzazione di un apposito regolamento che disciplini la materia in oggetto, sia fatto divieto all&rsquoattendamento nel territorio comunale di circhi e mostre viaggianti con esemplari di animali selvatici e/o esotici al seguito
■ che sia demandata al Consiglio Comunale l&rsquoapprovazione di un apposito regolamento che disciplini la materia in oggetto, con particolare attenzione al divieto all&rsquoattendamento nel territorio comunale di circhi e mostre viaggianti con esemplari di animali selvatici e/o esotici al seguito
■ di dichiarata immediatamente esecutiva ai sensi dell&rsquoart. 134, comma 4, del D. Lgs. N. 267/2000.

Da inliberauscita.it 

10/03/2020 17.31.25

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.