Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

CHIUDE ”RUN” A LAS VEGAS. MOMENTO DIFFICILE PER IL CIRQUE DU SOLEIL

FESTIVAL DI LATINA

 CHIUDE ”RUN” A LAS VEGAS. MOMENTO DIFFICILE PER IL CIRQUE DU SOLEIL

E&rsquo un momento difficile anche per il Cirque du Soleil che domenica scorsa ha dovuto chiudere il più recente spettacolo creato per il Luxor Hotel & Casino di Las Vegas. Si tratta di RUN, una spettacolare produzione che metteva da parte le tradizioni discipline circensi, per dar vita a uno show moderno e tecnologico, un &ldquolive action thriller&rdquo (una sorta di musical sullo stile di Flic Flac, ma con molta più tecnologia e meno circo). Secondo quanto risportato dal quotidiano Montreal Gazette che ha intervistato alcuni membri della direzione del Cirque, forse anche questo è tra le cause del flop: il fatto che uscisse marchiato &ldquoCirque du Soleil&rdquo, ma non proponesse il consueto linguaggio artistico circense a cui il complesso canadese ha da tanti anni a questa parte abituato il suo pubblico. Uno spettacolo che ha debuttato solo alla fine di ottobre 2019 e che sarebbe dovuto diventare uno degli show in pianta stabile di Las Vegas, ma che ora ha chiuso dopo poco più di 4 mesi di programmazione.

 

A questa difficoltà si aggiungono le criticità in fase di creazione del nuovo spettacolo &ldquoUnder the same sky&rdquo che dovrebbe debuttare il prossimo 23 aprile a Montreal e che dopo un&rsquoanteprima a St. Michel avrebbe rilevato diverse criticità in fase di scrittura dello spettacolo che avrebbero portato anche ad un avvicendamento tra figure creative nella regia.

Inoltre, il Cirque ha dovuto chiudere il suo spettacolo residente a Hangzhou, in Cina, a fine gennaio, a seguito del propagarsi del coronavirus. Il Cirque ha dovuto anche cancellare il tour di Hong Kong dello spettacolo Amaluna, che avrebbe dovuto tenersi a maggio.

Nei giorni scorsi è uscita la notizia che Guy Lalibertè, fondatore del Cirque du Soleil, ha venduto le ultime quote del Cirque rimaste in suo possesso. Laliberté, ha venduto la sua quota di maggioranza a TPG Capital nel 2015 per 1,5 miliardi di dollari e ha venduto il suo restante 10% questo mese alla Caisse de dépot e Place du Québec. 

E&rsquo sicuramente un momento non facile per il grande complesso canadese ma siamo certi che si tratti di una fase che porterà magari anche a nuovi progetti e a un nuovo rilancio.

Fonte Montreal Gazette

D.D.

06/03/2020 14.00.37

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.