Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

43° FESTIVAL INTERNATIONAL DU CIRQUE DE MONTE-CARLO: QUELLO CHE NON CI HANNO FATTO VEDERE

Come già sottolineato in una news di qualche giorno fa, viviamo in uno Stato libero, proprietario di una televisione con diversi canali, la Rai, a pagamento (obbligatorio e non “volontario” modello Sky / Netflix). Viviamo in un’epoca in cui tutte le forze politiche ci propinano quotidianamente pillole di libertà di stampa e di fake news. Siamo però anche all’ assurdo di una TV di Stato che acquista unica (se non uno dei pochi canali al mondo) ad acquistare il Festival e poi arricchirlo con una propria produzione, regia, conduttore e ovviamente autori. Sottolineo, ovviamente, sempre pagati anche con i nostri soldi di appassionati di Circo classico, con gli animali, ma anche di persone ragionanti con la propria testa e con il Diritto di vedere trasmissioni non manipolate e che rappresentano quella che è la realtà. Mi spiego meglio: se non fossi andato lo scorso anno nel Principato, l’ idea che mi farei a vedere le due serate trasmesse dalla Rai, è che in gara al Festival, non c’erano numeri di animali. Non la trovo una cosa corretta. Cosa ancora più scorretta è avere falsificato, (perché il risultato è proprio questo, avere rappresentato il falso) il podio ed i vincitori della scorsa edizione. La Rai, televisione italiana, pagata anche con i miei soldi, mi ha fatto vedere un Festival, “depurato” di grandi attrazioni mondiali, numeri incredibili dove, oltre al contenuto artistico e al riconoscimento del valore dell’artista traspare anche il rapporto con i propri animali sostituiti con numeri presi da edizioni precedenti del Festival, ovviamente senza animali. E per concludere, cosa ancora più incredibile, hanno falsificato anche il podio, eliminando (sempre mamma Rai, come si diceva una volta) dalle premiazioni sia Martin Lacey Junior (clown d’oro con l’ inarrivabile gabbia mista di 26 splendidi animali) che i Gartner (clown di bronzo con il grande numero di elefanti).


Certo, mi rendo conto che il circo non è il problema principale di questo nostro paese, ma arrivare a manipolare/falsificare l’ informazione è davvero un fatto grave. La democrazia presuppone, la rappresentazione fedele e corretta della realtà non la manipolazione.

Il Mauri ha scovato su Youtube la “remise des clown”, la premiazione. Eccovi quindi la vera cerimonia di consegna dei premi, con tutti gli artisti premiati e con alcuni spezzoni dei numeri censurati dalla Rai.

AV

Translate »