Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

GIORNALI E TV PER NANDO ORFEI

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

GIORNALI E TV PER NANDO ORFEI

Ha destato clamore la scomparsa di Nando Orfei (ricordiamo che i funerali avranno luogo domani alle ore 11 presso la chiesa Nereo e Achilleo -Chiesa rosa- in Viale Argonne 56 a Milano), televisioni e giornali hanno riservato molto spazio alla notizia tra questi il Resto del Carlino QN gli ha dedicato la prima pagina.
In seguito riportiamo solo alcuni dei tanti articoli apparsi tra ieri ed oggi.

*
Nando Orfei morto. Addio al padre del circo italiano e al “domatore” di Fellini

da ilfattoquotidiano.it

Il pioniere della cultura circense in Italia si è spento al San Raffaele di Milano a 80 anni. L’artista è diventato famoso anche per le apparizioni in Amarcord e I Clowns. “Ogni circense questa sera lo ricorderà strappando al pubblico un applauso, tutto per lui”, dice il presidente dell’Ente nazionale circhi, Antonio Buccioni

Nando Orfei, il padre del circo in Italia, è morto all’ospedale San Raffaele di Milano. Il capostipite del Circo Orfei si è spento dopo una lunga malattia. Aveva 80 anni. L’annuncio è stato dato dalla moglie, Anita Gambarutti, e dai figli Ambra, Gioia e Paride. L’artista era diventato famoso anche per le apparizioni nei film di Federico Fellini Amarcord e I Clowns. Nando era il maggiore dei fratelli Rinaldo e Liana, ed era legatissimo alla cugina Moira. I funerali si terranno giovedì, ma non è ancora stato precisato se si svolgeranno a Milano o in Emilia, visto che l’uomo era nato a Portomaggiore, in provincia di Ferrara.

Il mondo del circo è in lutto e la sua compagnia, in queste settimane a Modena, ha interrotto gli spettacoli. “Riprenderemo venerdì – fanno sapere gli artisti – com’era il suo volere”. Dopo un inizio come giocoliere, era diventato domatore di leoni e tigri. Da diversi anni aveva smesso di lavorare, ma, fino a quando la malattia glielo ha permesso, Nandino – come era chiamato da tutti – entrava in scena nel finale dello spettacolo per salutare il pubblico, indossando l’immancabile giacca bordeaux. Chi ha lavorato con lui, lo definisce “una persona dolcissima e favolosa”. “Il circo è e sarà sempre il più grande spettacolo del mondo” era la sua frase e, tra le ultime volontà non poteva mandare la frase cult di ogni uomo di spettacolo: “The show must go on“.

“Nando ha insegnato a migliaia di bambini la magia del Circo, e sempre con un sorriso: è stato uno dei grandi protagonisti del circo italiano del Novecento”. Questo il commento del presidente dell’Ente nazionale circhi, Antonio Buccioni. “Figlio di Paride Orfei, Nando è stato un ottimo suonatore di tromba ma soprattutto un domatore e un caro amico – prosegue Buccioni – noi gente del Circo abbiamo nel cuore un grande dolore, ma lo spettacolo deve continuare. È la nostra legge”. “Ogni circense questa sera lo ricorderà a suo modo – assicura il presidente dell’Ente nazionale circhi – dedicandogli una performance durante gli spettacoli e strappando al pubblico un applauso, tutto per lui. Addio maestro”.

*

Addio a Nando Orfei, re del circo e attore per Fellini

da adnkronos.com ( 07/10/2014)

Nando Orfei è morto. Il fondatore del circo Orfei era ricoverato al San Raffaele di Milano da diversi mesi e le sue condizioni di salute erano precarie. Orfei aveva 80 anni ed è morto alle 16 oggi pomeriggio. Il Circo, che è in tournée a Modena, da oggi è in lutto. Gli spettacoli sono sospesi fino a giovedì, giorno in cui si terranno i funerali a Milano.

Attore comico, giocoliere, clown e domatore. Nando Orfei può considerarsi a tutti gli effetti un grande pioniere del circo italiano. Ferdinando Orfei, nato a Portomaggiore, il 29 luglio 1934, appartenente alla famosa dinastia circense degli Orfei, sin da giovane si interessò alla recitazione, cominciando a recitare nelle vesti di attore comico, domatore, giocoliere e clown negli spettacoli di famiglia. Svolse anche un’intensa attività in teatro e nel circo, dove era fino ad oggi attivo.
Interessante fu la sua esperienza cinematografica: recitò in quattro film, due dei quali, ‘I clowns’ e ‘Amarcord’, dirette da Federico Fellini, in quest’ultimo con un’interpretazione straordinaria nel ruolo dello zio di Titta.

Dopo neanche un decennio dall’esordio sui grandi schermi, Orfei si ritirò dal cinema per dedicarsi più assiduamente all’amato teatro ed al circo. Era fratello di Liana Orfei e padre di Paride, Ambra e Gioia Orfei, ed era sposato dal 1963 con Anita Gambarutti.
 ”E’ una perdita enorme sotto il profilo affettivo e artistico. Sto andando a dare la notizia a Moira… devo trovare le parole” afferma all’Adnkronos Water Nones, marito di Moira Orfei. ”Nando -spiega- si è sempre battuto
per il circo e per la sua magia. Si è inventato numero di giocolieri, ha domato cavalli e tigri. E negli anni è stato un po’ l’ambasciatore degli Orfei nel mondo”. ”Domani sera siamo a Trento -spiega il domatore- lo ricorderemo in modo particolare, dedicandogli il nostro spettacolo”. ”Le esequie -riferisce ancora Nones- si terranno molto probabilmente venerdì, credo a Milano. Ci sarà tanta gente. Nando -conclude- era molto amato anche nel nostro mondo, anche perché portava pace sotto il grande tendone”.

Per Liana Orfei, sorelal di Nando, si tratta di “una perdita immensa. Nando non era solo un personaggio mondiale per la sua abilità e gli spettacoli circensi che abbiamo portato in tutto il mondo ma aveva una tale umanità ed era talmente buono da essere amato da tutti. La sua scomparsa lascia una voragine, un buco nero nel mondo dello spettacolo…” afferma all’Adnkronos.

Liana, attrice e circense internazionale, non nasconde la commozione. ”Il suo insegnamento -dice- vale soprattutto per i giovani: per diventare grandi non bisogna essere presuntuosi, ma restare in pista e provare, sudare, lavorare, impegnarsi. Lui dava consigli anche ai nemici per migliorare le loro prestazioni…”.

*

Morto Nando Orfei: lutto nel mondo del circo

da .ilgiorno.it

Il capostipite della cultura circense è scomparso all’età di ottant’anni. In passato fu anche una stella del cinema: apparve nei film di Fellini Amarcord e I Clowns

Milano, 7 ottobre 2014 – Lutto nel mondo del circo. E’ scomparso Nando Orfei. Uno dei capostipite della cultura circense in Italia, è morto martedì 7 ottobre all’ospedale San Raffaele di Milano, dopo una lunga malattia.

Lo ha annunciato la moglie, Anita Gambarutti, insieme ai figli Ambra, Gioia e Paride. Aveva 80 anni. Partecipa al lutto l’intera compagnia del Circo Orfei. In passato Nando Orfei fu anche una stella del cinema apparve infatti nei film di Fellini Amarcord e I Clowns. Legatissimo alla cugina Moira, Nando era il maggiore di tre fratelli.

I funerali si terranno giovedì ma non è stato ancora fissato il luogo. La scelta potrebbe ricadere su Milano oppure in Emilia, essendo nato a Portomaggiore (Ferrara). Il suo circo in questi giorni si trova a Modena ma dopo l’accaduto ha interrotto l’attività: poi, come ha spiegato un portavoce, riprendera’ regolarmente venerdi’, “come era il suo volere”. Fino a quando ha potuto, “Nandino”, come veniva chiamato da tutti, e’ andato in giro con la compagnia. Dopo un inizio, da giovanissimo, come giocoliere abilissimo, era passato nella gabbia dei leoni e delle tigri, come domatore.
Da tempo aveva smesso, ma, fino a quando la malattia glielo ha permesso, entrava in scena nel finale dello spettacolo a ogni serata per salutare il pubblico, indossando l’immancabile giacca bordeaux. Con le
produzioni Circo Rama e Circo delle mille e una notte era diventato famosissimo, cosi’ come tutta la famiglia Orfei. Appassionato del circo e della sua vita, Nando Orfei e’ definito da chi ha lavorato con lui una “persona dolcissima, una persona favolosa”. “Il circo e’ e sara’ sempre il piu’ grande spettacolo del mondo” era la sua frase e, tra le ultime volonta’ espresse c’e’ quella cult del mondo dello spettacolo: qualsiasi cosa accada, “the show must go on”.

*
E’ morto Nando Orfei, il re del circo italiano

da liberoquotidiano.it

E’ morto Nando Orfei, il re del circo italiano: l’ottantenne si è spento all’ospedale San Raffaele di Milano, dove era ricoverato da tempo, dopo una lunga malattia. Lo hanno annunciato la moglie, Anita Gambarutti – con cui era sposato da 41 anni – e i figli Ambra, Gioia e Paride. Oltre ad una vita dedicata al circo omonimo e al teatro, Nando Orfei si dedicò anche al cinema: ha recitato, per Federico Fellini, in “Amarcord” e “I Clowns”.

la pagina interna de il Resto del Carlino

 

 

08/10/2014 20.01.24

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.