Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa:Papa Francesco:Madonnari,circensi e giostrai in udienza

33

Papa Francesco: Madonnari, circensi e giostrai in udienza dal Papa

da romasette.it

Il prossimo 6 dicembre, Francesco incontrerà il popolo dello spettacolo viaggiante: musicisti delle bande, burattinai, danzatori, lunaparchisti, fino ad arrivare agli artisti e al personale dei circhi di R. S. Papa Francesco incontrerà il popolo dello spettacolo viaggiante sabato 6 dicembre. L’iniziativa è promossa dal Pontificio Consiglio per i Migranti e gli Itineranti, con la collaborazione della Fondazione Migrantes, della diocesi di Roma e dell’Ente nazionale circhi. «Piazza San Pietro – si legge in una nota dell’organismo pastorale della Cei – si trasformerà in un grande palco per accogliere l’incontro tra Papa Francesco e persone e famiglie che, per arte e professione, sono in cammino sulle strade dell’Italia e del mondo, per arricchire le piazze e le città di momenti di spettacolo e di arte».

A due anni dal “memorabile” incontro di Benedetto XVI, nell’aula Paolo VI in Vaticano, Papa Francesco incontrerà i musicisti delle bande, gli artisti dello spettacolo popolare, i madonnari, i giostrai e i lunaparchisti, i burattinai e i danzatori, fino ad arrivare agli artisti e al personale dei circhi: «Un grande mondo di arte e di spettacolo, di volontari e di professionisti, che onora la cultura e la tradizione italiana ed europea», spiega Migrantes.

Dalle prossime settimane, la Fondazione Migrantes e l’Ente nazionale circhi inizieranno una serie di incontri con il mondo dell’associazionismo italiano dello Spettacolo Viaggiante, per coordinare un evento che possa vedere rappresentato, in piazza San Pietro, «un tassello importante del mondo di fede e di arte dello Spettacolo Viaggiante».

*

CIRCO E LUNA PARK: MIGRANTES, PROTAGONISTI DELLA PASTORALE NEL LORO AMBIENTE

da agensir.it

In Italia i complessi circensi sono 140 mentre i Luna Park, tra mobili e fissi, sono oltre 300. Il dato è stato fornito oggi pomeriggio da mons. Piergiorgio Saviola, già direttore generale Migrantes, intervenuto al corso di formazione per operatori Migrantes in corso a Roma. Parlando sul tema “I circensi e i lunaparkisti, cittadini e cristiani di seconda categoria?”, Saviola ha sottolineato che tutti i componenti il mondo del Circo e del Luna Park, esattamente come i sedentari, sono “a tutti gli effetti veri e propri cittadini e godono degli stessi diritti civili e politici stabiliti dalla Costituzione e dalle leggi”. Anche se poi incontrano, nel loro cammino, diversi problemi che creano difficoltà. Tra queste: la difficoltà a reperire aree per la sosta inverale, quando in molti casi si registrano momenti di inattività o la delocalizzazione delle aree per esercitare il proprio mestiere.

Spesso, infatti, il divertimento popolare viene spostato dai centri abitati – ha sottolineato mons. Saviola – ad aree estremamente periferiche “snaturando il millenario carattere di feste di piazza di tali attività e scoraggiando l’afflusso del pubblico”.

CIRCO E LUNA PARK: MIGRANTES, PROTAGONISTI DELLA PASTORALE NEL LORO AMBIENTE (2)
La Chiesa – ha aggiunto mons. Saviola – prevede una pastorale specifica per gli artisti di strada e “si mostra interessata alla loro presenza nella comunità cristiana, alle loro esigenze, alla loro particolare cultura”. Il
servizio pastorale è, di norma, affidato alla Chiesa locale “visitata” dall’attività del Circo e del Luna Park e degli artisti di strada in genere. Di fronte al fenomeno della “mobilità” umana, è chiesto alle Chiese locali di “attrezzarsi” per offrire un servizio pastorale alle famiglie e alle persone che “attraversano” il loro territorio, attraverso la Migrantes, con l’incaricato della pastorale specifico per i Circhi e Luna Park. Occorre “far crescere e far vivere la Chiesa in questa realtà ‘mobile’ che non ha la possibilità di contatti vitali con le nostre comunità ‘ferme’” formare in particolare gli artisti ad essere “loro stessi evangelizzatori della loro gente, protagonisti della pastorale nel loro ambiente: la famiglia da oggetto a soggetto di pastorale”.

 

27/06/2014 21.02.47

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.