Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: La replica del Circo di Mosca all’ENPA

33

Animali, lareplica del Circo di Mosca all’Enpa: “Nessuna tensione durante lamanifestazione”

 https://www.circusfans.eu/wp-content/uploads/backup/circhitaliani_circodimosca_mosca2010milano_2.jpg

“Mai,in nessun caso, abbiamo messo in dubbio il legittimo diritto di dissentire daparte dell’associazione in questione. Lasciamo l’auto-celebrazione e il faciletrionfalismo a chi ne ha bisogno”

Dopo lapresa di posizione di Lella Girardi, presidente dell’Enpa di Parma, il circodi Mosca risponde a sua volta alle critiche lanciate dall’associazioneanimalista.

“Avendoletto la risposta della direttrice Enpa di Parma non possiamo cheesprimere sorpresa, se nonaltro per i numerosi e reiterati tentativi di metterci in bocca parola da noimai dette, ma non proseguiremo un dibattito che, vista la nostra partenza e ilnostro ottimo successo di pubblico, visti i tempi- l’Enpa risponde solo ora adun comunicato emesso da noi molti giorni fa- riteniamo ormai superata lapolemica. Però, va detto che durante l’ultima manifestazione non abbiamoregistrato nessuna tensione e ovviamente attendiamo le prove che dimostrinodi nostre eventuali provocazioni altrimenti, le dichiarazioni della direttricediventano ancora meno consistenti del famoso “venticello”.Ringraziamo principalmente i rappresentanti delle forze dell’ordine che congrandissima professionalità e discrezione hanno garantito un sereno svolgimentosia della manifestazione che del nostro altrettanto legittimo lavoro. Nessunaallusione, comunque, nel nostro comunicato né tanto meno nessuna accusa. Nonsaremo noi a spiegare all’Enpa di Parma né ai suoi delegati le prerogative e lafacoltà di controllo spettante alle associazioni che, in altre parti, nonattendono di essere invitate, ma si informano e partecipano attivamente.Abbiamo solo fatto notare, approfondendo come riteniamo giusto, che quando sifanno divisioni su chi sia civile o meno si fanno chiare affermazioni. Poi,sulla disquisizione relativa al nostro particolare mestiere, ben altri sono ipossibili tavoli di dibattito e confronto e, almeno da parte nostra,cercheremo di non sfiancare ulteriormente i lettori e i redattori di questatestata alimentando ancora polemiche che, con questi tempi, perde ogni capacitàdi cronaca.

Una piccolaaggiunta ci vuole però purtroppo: troviamo una strumentalizzazione smaccataanche per chi si occupa solo dell’aspetto comunicativo delle vicende, comel’Enpa Parma ha dimostrato di fare, la ricerca di utilizzare l’incidente di cuiuna bambina ma anche tutti noi siamo stati principalmente vittime. Comeazienda, il nostro principale interesse è quello di far sentire a loro agio ein perfetta sicurezza il nostro pubblico, e facciamo di tutto per ottenerequesto risultato, e un incidente simile non può che lasciarci costernati, ancheperché, ovviamente, non sono cose che succedono spesso. Siamo stati solidalicon la famiglia della piccola fin dal principio e siamo sempre a disposizione. L’imponderabileè sempre in agguato, per esempio, da poco un trapezista cadendo ha ferito,seppure in maniera lieve, una persona del pubblico. In quel caso glianimali non c’entrano nulla, ma si dimostra solo che gli incidenti, per quantosi faccia per evitarli, succedano. Succedono nei luoghi di lavoro, nei maneggi,durante gli spettacoli con e senza animali e comunque l’analisi dell’Enpalascia molto a desiderare, specialmente da chi, queste tematiche, le dovrebbeconoscere. Utilizzare ancora questo argomento, non dimostra altro se non che laricerca dell’argomentazione determinante rischia di portare fuori strada anchei meglio intenzionati. Mai, in nessun caso, abbiamo messo in dubbio illegittimo diritto di dissentire da parte dell’associazione in questione.Lasciamo l’auto-celebrazione e il facile trionfalismo a chi ne ha bisogno, eproseguiamo il nostro lavoro, cogliendo l’occasione per ringraziare anche lastampa locale di Parma e in particolar modo il quotidiano online Parmatoday ela Gazzetta di Parma per aver dato, a differenza di come spesso accade, voceanche alla nostra opinione. Se a Parma si potrà ancora esercitare la nobilearte del circo in maniera libera, noi saremo presenti, offrendo al nostropubblico il meglio di cui siamo capaci”.

Da ParmaToday

16/01/2014 14.22.55

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.