Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

TRANI. VINICIO TOGNI REPLICA ALLE ACCUSE DI R. MERRA

FESTIVAL DI LATINA

La Città di Trani sta vivendo uno scontro tra Raffaella Merra, candidata al Consiglio Comunale alle ultime elezioni, per il partito Forza Trani e il Circo Lidia Togni. La Merra, che fa dell’animalismo un elemento centrale del proprio programma, si è scagliata duramente contro il Circo Lidia Togni, inviando al Sindaco e alla stampa un documento di condanna del circo, affermando di irregolarità nelle affissioni e maltrattamento degli animali.

Oggi il Circo Lidia Togni, attraverso una lettera firmata dallo stesso Vinicio, replica puntualmente alle accuse.

Riportiamo qui di seguito la comunicazione di Vinicio Togni, e riportiamo la lettera di Raffaella Merra, invitando gli interessati a leggere i numerosi commenti (al fondo dell’articolo originale riportato qui) del pubblico che paiono non apprezzare la campagna ostile al circo della Merra. 

LA LETTERA DI VINICIO CANESTRELLI TOGNI
CIRCO LIDIA TOGNI

Ill.mo sig. Sindaco della citta’ di Trani

E.p.c. 

Capitano Miccoli polizia urbana Trani darsena

Luigi Graziano  ufficio attivita’ produttive  Trani

 

Con la presente, io sottoscritto Vinicio Canestrelli Togni, legale rappresentante del CIRCO LIDIA TOGNI,  a seguito dell’ esposto mendace fatto dalla sig.ra Raffaella Merra dell’associazione animalista di Trani, volevo innanzitutto smentire quanto da lei esposto, in quanto ogni sua dichiarazione e’ priva di ogni fondamento poiche’ la signora Merra non ha nessuna prova di quanto esprime nel suo esposto, dato che nessuno dell’associazione in questione ha fatto sopralluogo al circo e non ha avuto modo di poter visionare le effettive condizioni dei ricoveri dei nostri animali ed il modo col il quale son tenuti.

A quanto su esposto, possiamo dimostrare quanto detto poiche’ proprio a Taranto abbiamo passato il controllo della Forestale ed ufficio ambiente il quale ha riscontrato un ottimo stato sia degli animali, che delle misure regolamentari dei ricoveri, scuderie e spazi . Sulla base dei severi controlli ai quali siamo sottoposti da parte delle autorita’ competenti, invitiamo le SS. VV. a venire di persona a controllare quanto da me esposto senza cadere nei pregiudizi che gli animalisti hanno nei confronti della nostra categoria senza considerare che ogni circo di categoria ha nei suoi interessi primari proprio il benessere degli animali al seguito.

In tanti anni abbiamo invitato civilmente questi signori, a loro detta, amanti degli animali, a visitare i nostri zoo itineranti ma loro pieni di pregiudizi si ostinano sempre a fare esposti con false dichiarazioni e manifestazioni colorite poco costruttive nei confronti sia del pubblico che della categoria, per cui non si e’ mai riusciti a costruire un dialogo.

Al fine di poter appurare  quanto detto Vi invito veramente e vivamente a visionare il mio circo ed i miei animali onde poter giudicare in prima persona e porre fine a questa polemica poco costruttiva nei confronti del pubblico che apprezza la nostra arte antica e culturale.

Per quanto riguarda le affissioni abbiamo tutte le autorizzazioni inerenti, abbiamo provveduto al pagamento dei diritti e per i cartelli posti sui pali garantiamo come gia’ scritto sull’istanza di richiesta che verranno da noi rimossi l’ultimo giorno della nostra permanenza a Trani, sia perche’ i suddetti cartelli hanno per noi un costo non indifferente e secondo motivo siamo un circo serio da 7 generazioni ed e’ nostro interesse non sporcare la citta’ che ci ospita e che tornera’ ad ospitarci nel prossimo futuro.

Certo di un vostro riscontro ed una vostra visita Vi ringrazio per l’attenzione e porgo distinti ossequi.

Vinicio Togni Canestrelli

Fonte: Direzione Circo Lidia Togni


LA COMUNICAZIONE DI RAFFAELLA MERRA DI IERI

«Manifesto circense selvaggio». Merra rincara la dose contro il «Lidia Togni», in arrivo a Trani

Non solo la protesta animalista di sabato prosismo, ma, adesos, anche la crociata contor «manifesto circense selvaggio». Raffaella Merra non lascia, ma raddoppia la sua battaglia contro il circo in arrivo a Trani, scrivendo al sindaco e trasmettendo alla stampa il documento che segue.

***

La sottoscritta Raffaella Merra in qualità di delegata provinciale del “Comitato consultivo difesa animali” con sede in Trani alla via Verdi n.20, con la presente espone e denuncia quanto segue:

1)      Ho notato che la nostra città è stata invasa da cartelloni pubblicitari affissi in maniera selvaggia sui pali e mega manifesti affissi su muri e staccionate, che sponsorizzano la imminente esibizione a Trani del circo “Lidia Togni”.  Le chiedo di accertare la regolarità di tali forme pubblicitarie, sia come spazi utilizzati che come tassa di affissione. Le chiedo inoltre di obbligare i responsabili alla rimozione dei cartelloni legati sui pali  atteso che, come ogni volta accade, gli stessi restano appesi fini al loro naturale degrado, con notevole danno d’immagine della città.

2)      Le evidenzio inoltre un aspetto di carattere etico che, sotto taluni aspetti, trova responsabilità anche penalmente perseguibili. Mi riferisco al trattamento degli animali nel circo che, oltre ad essere prigionieri e vivere in gabbie ridottissime che non ne permettono il loro movimento naturale, soffrono anche per una inadeguata alimentazione  e sono costretti ad addestramenti crudeli ed umilianti.  All’uopo desidero evidenziare che sin dal 2000 è in vigore un testo del Ministero dell’Ambiente che contiene i parametri minimi per la corretta sopravvivenza degli animali e le indicazioni di carattere sanitario ed amministrativo che devono essere osservate dalle strutture che vogliono detenere animali da utilizzare negli spettacoli (cd. norme “Cites”).

Mi corre l’obbligo di sottolineare che la sottoscritta non è contraria all’attività circense in generale, ma è fermamente decisa a contrastare i circhi che sfruttano gli animali, costringendoli a comportamenti innaturali e ad addestramenti crudeli che stravolgono l’istinto naturale degli animali ricorrendo alla violenza.

Infine auspico che il nostro comune, come molti altri, possa varare una ordinanza per limitare l’attendamento dei circhi con l’applicazione delle norme “Cites”. All’uopo mi dichiaro disponibile sin da subito a dare il contributo mio personale e dell’associazione, per lo studio e la  proposizione di una ordinanza in tal senso.

La informo inoltre che, come già annunciato dai media, sabato 10 novembre, alle ore 16 l’associazione mobiliterà un presidio in favore di un circo privo di animali, rappresentato da cori, cartelloni e striscioni, nei pressi dell’area in cui avranno luogo gli spettacoli, nel quartiere Sant’Angelo.

La ringrazio per la sua consueta disponibilità e sensibilità dimostrata nei nostri confronti.

Cordiali saluti.

Comitato Consultivo Difesa Animali – Delegata Bat – Raffaella Merra

Da Radiobombo.com

07/11/2012 16.03.02

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.