Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Partono da Torino le promesse del circo mondiale

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..
appuntamenti
18/07/2012 – Parco Le Serre

Partono da Torino le promesse del circo mondiale

Stasera lo spettacolo della scuola Vertigo
 
di Tiziana Platzer
Torino

E’ una di quelle occasioni in cui l’orizzonte si apre, e non ha una faccia tanto male. Che sembra strano per i tempi, soprattutto se il futuro più prossimo se lo giocano dei ragazzi, per nulla preoccupati di mollare nido familiare e città d’origine in cambio di coabitazioni o un vissuto «in carovana», e senza, o quasi, esperienza professionale, puntare dritti all’Europa. Seguono il consiglio più diffuso, cercare il luogo dove crescere. Il motore è studiare ma in un campo preciso, su una pista – non ideale, uno spazio fisico d’arte – che sembra sempre più tentare le nuove generazioni, quella del circo contemporaneo.  

La sfida

Per questo il fatto che 11 degli artisti in scena stasera sotto il tendone del Parco le Serre a Grugliasco abbiano già in tasca il biglietto di sola andata, a settembre, per gli istituti superiori circensi a Bruxelles, Parigi, Tolosa e Rotterdam è una ventata di energia. Ottimismo puro già in scena nello spettacolo «Circo metropolitano», alle 21,30 (via Tiziano Lanza 31 replica il 25 luglio) portato dagli allievi dell’ultimo anno della Scuola Vertigo per il festival «Sul filo del circo».  

Disegni e testi

Filosofia circense declinata a cominciare dal tema scelto, un’idea nata dal contatto con la cooperativa sociale Arcobaleno: «Il mondo del lavoro ha colpito i ragazzi.» dice la regista Luisella Tamietto «Hanno incontrato i dipendenti e i responsabili e insieme abbiamo ideato i quadri che si rifanno alla freddezza dei luoghi, ripetitività degli atti, ristrettezza dei tempi». Certo il pubblico dovrà solleticare la fantasia per decodificare argomenti così specifici nei numeri di trapezio aereo, cinghie e tessuti, palo cinese e ruota canadese. Due i narratori in voce, operai in tuta blu: «Il nostro lavoro rappresentato è fare il circo», conclude la Tamietto.  

Da La Stampa

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.