Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa:Dal circo equestre al circo mediatico

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Dal circo equestre al circo mediatico

Il titolo di questa pagina é anche il titolo del primo dei due articoli che proponiamo.
Nel primo articolo un giornalista “finalmente” propone una riflessione interessante: “..faccio fatica a comprendere il senso di questa operazione. Non si tratta infatti di ridare la libertà a degli esemplari cresciuti in cattività, che certamente non sarebbero neppure in grado di sopravvivergli, ma di spostarli in strutture analoghe sulla cui maggiore affidabilità gestionale ho non pochi dubbi”.

Nel secondo articolo nel titolo si da risalto al blitz delle guardie forestali, lasciando intendere chissà quali nefandezze si siano consumate nel circo, per poi andare a scoprire che … ” il Circo Royal detiene i propri animali in condizioni tutto sommato buone, con spazi piuttosto adeguati, con alcuni arricchimenti ambientali delle strutture, e sottoposti alle cure quotidiane degli inservienti” … la prossima volta che passerà il Circo Royal in città, suggeriamo di intitolare l’articolo in altro modo, magari ricordando che nello spettacolo ci sono artisti veramente premiati a Montecarlo.

(mt)

*
Dal circo equestre al circo mediatico

Questa mattina la Forestale si è presentata per il sequestro degli animali dello zoo di Poppi. Insieme a loro, sono apparsi, meraviglia delle meraviglie, i cineoperatori di Striscia La Notizia.

da informarezzo.com

L’operazione però non è stata ancora eseguita per cause tecnico/burocratiche. Ma la vera notizia, in realtà, è proprio la presenza di Striscia. Evidentemente erano stati preventivamente allertati per offrire la massima risonanza mediatica all’evento. Evento che ricordo, sarà comunque traumatico proprio per gli animali, che in alcuni casi dovranno essere addormentati prima di essere trasportati e quindi risvegliati in un habitat a loro completamente sconosciuto, accuditi da persone mai viste prime e in un ambiente fatto di odori del tutto nuovi. Sarebbe traumatico per degli umani, figuriamoci per delle fiere.

Poiché io stesso sono un grande amante degli animali ed ho avuto modo di visitare parchi e giardini zoologici in varie zone d’Italia, faccio fatica a comprendere il senso di questa operazione. Non si tratta infatti di ridare la libertà a degli esemplari cresciuti in cattività, che certamente non sarebbero neppure in grado di sopravvivergli, ma di spostarli in strutture analoghe sulla cui maggiore affidabilità gestionale ho non pochi dubbi.

E’ difficile non chiedersi invece perché non è stato richiesto allo zoo di Poppi, di adeguarsi in tempi sufficientemente rapidi alle normative richieste per la miglior garanzia di tutela e cura degli animali stessi, evitando loro così la necessità di essere spostati e quindi  sottoposti  ad inutili stress emotivi.

Questa operazione, fatta con grande rumore mediatico, ha tanto il sapore di una rivalsa politico/economica, strumentalmente eseguita sulla pelle (nel vero senso della parola) di tanti poveri animali. Cercheremo tuttavia per quanto ci sarà possibile, di documentare fotograficamente la situazione, sia adesso che dopo il loro “trasloco”.

*
Teramo, blitz delle Guardie Zoofile al Royal Circus di Val Vomano

da cityrumors.it

Teramo. Verificare le condizioni degli animali appartenenti al Royal Circus che staziona, in questi giorni, a Val Vomano. Questo l’obiettivo del “blitz” messo in atto ieri da due Agenti del Nucleo Guardie Zoofile Oipa Italia di Teramo.

“Sarà soltanto uno dei tanti controlli che vogliamo effettuare all’interno dei circhi” spiegano in una nota “dato che per tutta la stagione estiva questi spettacoli si susseguiranno numerosi, soprattutto nei comuni della costa teramana. In confronto ad altre realtà tristemente note per maltrattamenti sugli animali, il Circo Royal detiene i propri animali in condizioni tutto sommato buone, con spazi piuttosto adeguati, con alcuni arricchimenti ambientali delle strutture, e sottoposti alle cure quotidiane degli inservienti.

29/04/2012 00.00.41

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.