Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa:Arriva il circo senza animali Ma Gorgonzola lo snobba

TANTI AUGURI CRISTEL TUCCI

Arriva il circo senza animali Ma Gorgonzola lo snobba

Dopo le polemiche in settembre per gli animali che si esibivano sotto il tendone del Mexican, la città ospita clown e funamboli. Ma nessuno va a vederli

da ilgiorno.it

Gorgonzola, 24 gennaio 2012 – L’unico animale a prima vista è Snoopy, simpatico incrocio terrier-volpino: è il viziatissimo re del carrozzone, di lavorare nemmeno a parlarne. Arriva in città il circo senza animali, e dopo le polemiche settembrine un incredibile tam tam animalista viaggia in rete: «Abbiamo vinto la battaglia, ora sosteniamo chi lavora: ragazzi, tutti al Circo». Ci spera Edoardo Pignatiello, il patron dell’African Circus, compagnia viaggiante senza bestiole, o quasi: ci sono Snoopy e tre pony, anche loro, mai scesi in pista, e un rettilario esibito altrove che non comparirà nello spettacolo argentiano. Che mette in scena uno spettacolo tutto acrobazie, illusionismi, mangiafuoco e clownerie, ma che, nel primo fine settimana di apertura, ha registrato un sonoro flop.

Che sia colpa – o merito – della cagnara messa in atto a settembre, quando gli animalisti accolsero a volantini e fischi il Mexican e i suoi animali? Stavolta il regolamento comunale che prescrive il vade retro a carovane e spettacoli che si avvalgono di bestiole è stato rispettato con scrupolo: vigili e Comune hanno fatto controlli incrociati. «S i sono sincerati in ogni modo che non usassi animali in scena, io non ne uso da dieci anni. Ma è una gran fatica – dice Pignatiello – e allora, ricompensateci: invito le famiglie a venirci a trovare e chiedo agli animalisti di venire con gli amici. Lo scorso fine settimana è stato un disastro: riapriamo venerdì sera, a prezzo speciale, 7 euro a persona».

L’African porta in giro per l’Italia la filosofia del blasonato «Cirque du soleil», spettacolo solo basato sull’abilità dell’artista. Non se ne era affatto certi quando, qualche settimana fa, è arrivata in Comune la richiesta d’attendamento in via Degli Abeti, e in molte orecchie è orribilmente risuonata l’eco dei fatti di settembre: l’autorizzazione estiva al circo Mexican (con bestiole), il regolamento animalista ignorato, volantinaggi e sit in, una polemica arrivata anche fuori città.

Neanche la minima intenzione di ripassarci: ecco dunque i controlli e le verifiche, e poi l’ok. «Adesso speriamo che la voce passi, e che la gente arrivi – conclude Pignatiello -. Qui se facciamo un altro bagno non abbiamo nemmeno più i soldi per spostare la carovana. La nostra vita è dura: ci dimostrino che c’è ancora chi ama il circo, uno spettacolo meraviglioso». di Monica Autunno

26/01/2012 11.59.51

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.