Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

APPUNTI DI VIAGGIO: Max und Zircus Kremanie

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

APPUNTI DI VIAGGIO

Max und Zircus Kremanie

Per diversi anni il lavoro mi portò in Germania  e spesso il  viaggio coincideva con il periodo dei saldi, sembrerà assurdo ma proprio in Germania senza difficoltà trovo camicie e pantaloni  per la mia piccola taglia.
Fin dalla prima volta che frequentai il centro di Francoforte incontrai alcuni personaggi di un anonimo circo, con due lama e due pony sostavano in attesa di un’offerta.
Allora c’era ancora il “muro” e qualcuno mi disse che si trattava di un piccolo circo fuggito dalla Germania est, in estate si esibiscono, in inverno campano così.
Ma con il passare degli anni  gli ho incontrati anche in altre stagioni, i lama erano scomparsi, c’erano solo i cavallini.
Zircus Kremanie c’è scritto nella piccola targa di latta stesa per terra, ed a nulla son valse le mie domande, non so se di proposito o se neppure parlavano il tedesco, ma ogni volta che tentavo, la risposta più esplicita era un sorriso.
Quello che mi stupì fu vedere quelle persone ringraziare la gente che portava solo cibo per gli animali.

Spostandomi  a Norimberga, in un piovoso sabato pomeriggio la mia attenzione fu attirata da uno strano signore che, in mezzo alla piazza, faceva grandi inchini. Vedendo un bottiglia ai suoi piedi  pensai al solito alcoolizzato che chiede l’elemosina.
Her Max (chiamiamolo così  per comodità) si accorse della mia attenzione e mi fissò, fece un salto mortale all’indietro e mi raggiunse camminando sulle mani, si rialzò e fece l’inchino .
Il mio stupore fu grande,  dimostrava più di sessant’anni , un volto triste colorato solo da due stanchi occhi azzurri  che non riuscivano a parlarmi,  tentai qualche domanda ma la risposta fu un inchino,  lanciai la mia offerta nel piattino e  Max  vedendo che la moneta era più grande delle altre mi fece cenno di aspettare. Indossò un guanto, afferrò il collo della bottiglia e si chinò a terra mostrandomi uno straordinario equilibrio, solo con la forza del polso portò il corpo in linea retta con il pavimento (dicasi verticale).
Avrei voluto sapere della sua vita, capire il perché, le stesse curiosità destate da quelli del Kremanie, ma era tardi, i negozi stavano per chiudere ed era l’ultimo giorno dei saldi.
Massìì, andiamo a comprare la camicia, in fondo quanti her Max o Kremanie ci saranno in giro per il mondo, quanti lo faranno per necessità e quanti per la gioia di un applauso soffocato dal rumore della pioggia?

(mt)

23/10/2011 22.14.01

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.