Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Savona: il circo Errani in città, la replica dell’Enpa

TANTI AUGURI CRISTEL TUCCI

Savona: il circo Errani sbara in città, la replica dell’Enpa contraria al circo con animali

A pochi mesi dall’arrivo del circo Orfei, ecco un altro circo a Savona, l’Errani, al quale il Comune ha concesso il permesso di esibizione con animali

A pochi mesi dall’arrivo del circo Orfei, ecco un altro circo a Savona, l’Errani, al quale il Comune ha concesso il permesso di esibizione con animali.

“Il circo è uno spettacolo meraviglioso, per i giocolieri ed i trapezisti, i
saltimbanchi ed i clown ma non per i domatori, che usano leoni e tigri, elefanti e zebre, in esercizi e ambienti estranei alla loro natura andarli a vedere significa accettare le condizioni in cui questi animali sono detenuti e trattati molto meno, perpetrato a danno di un cane, farebbe inorridire ogni entusiasta spettatore del circo. Nella provincia di Savona il divieto di impiegare animali in spettacoli vige, a mezzo di specifica ordinanza elaborata e proposta dalla Protezione Animali ad Alassio, Albisola Superiore, Celle, Loano, Noli, Piana Crixia, Pietra Ligure, Quiliano, Stella e Toirano presso tutti i Comuni l’ENPA ha inoltre presentato da tempo un Regolamento Comunale per la tutela degli animali che contiene precise disposizioni in materia, già in vigore a Urbe, Stella, Cosseria, Spotorno e Boissano” repliza l’Enpa.

“A Savona l’Enpa ha ripetutamente proposto di emanare tali norme, per impedire l’accesso ai circhi con animali, finora senza esito ha inoltre chiesto alle scuole di non portare gli scolari al circo ed estende l’invito ad ogni genitore. – prosegue L’Enpa – Sarà infatti solo l’assenza di spettatori che indurrà i circhi a non tenere animali e lo Stato a negare gli ingenti contributi che ora fornisce loro. A chi si lamenta della posizione dell’Enpa e dei Comuni amici degli animali sfruttati nei circhi l’associazione ricorda i frequenti documentari televisivi che illustrano la loro vita con immagini e spiegazioni esaurienti e che dimostrano, a chi ha un minimo di sensibilità, che i leoni non amano saltare nel cerchio di fuoco, gli elefanti non viaggiano contenti in gabbia lungo le autostrade europee e gli ippopotami vivono nei fiumi africani, non in un vasche da bagno con le sbarre e che osservarli in tali condizioni è diseducativo ed egoi-stico”.


Da www.savonanews.it del 18/11/10

19/11/2010 11.51.10

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.