Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Basta con il Circo della Pace

FESTIVAL DI LATINA

Basta con il Circo della Pace
Bagnacavallo, richiesta del ‘Comitato amicizia e solidarietà’

STA suscitando aspre polemiche a Bagnacavallo il contenuto della lettera aperta presentata dall’associazione “Comitato amicizia e solidarietà” sul tema delle manifestazioni natalizie e sul Circo della Pace. Questa associazione di volontari nata nel 1995 e che ora è presente anche in Messico, Brasile e Albania, si occupa di adozioni a distanza e commercio equo e solidale, cercando di dare il suo aiuto a chi vive in condizioni di disagio in ogni parte del mondo.

La lettera aperta del presidente del “Comitato”, Antonio Gavelli e del figlio Massimo induce a riflessioni sullo volgimento del Circo della Pace e le problematiche attinenti, invitando il Comune a fare chiarezza su molti aspetti di questa questione. Uno degli interrogativi che pone la lettera «riguarda il noleggio del tendone da circo che annualmente viene utilizzato per la manifestazione e costa al Comune 21mila euro annui». Il Comitato amicizia e solidarietà afferma di «avere trattato l’acquisto di un tendone analogo per la cifra di 25mila euro garantito di ogni certificazione riguardo alle normative vigenti. E’ il comune e quindi i cittadini a sborsare la cifra – precisa la lettera – ci chiediamo a quanto ammonti in euro il totale del noleggio dei tendoni di questi ultimi tre anni. Non converrebbe invece comperarlo il tendone?».  Altre riflessioni riguardano le spese di riscaldamento del tendone e le spese di noleggio della caldaia a nafta.

 Il Comitato parla di «insensatezza per volere scaldare decine di metri cubi di aria contenuti da una tenda gommata dello spessore di pochi millimetri a cielo aperto nel periodo più freddo dell’anno. Non sarebbe allora più saggio spostare la struttura dal centro cittadino alla campagna, allestendo il circo magari nella stagione primaverile?».

Poi nella lettera ci si sofferma sul «trattamento economico riservato ai circensi columbiani che si sono esibiti a Bagnacavallo nell’ultima edizione del Circo della Pace». Il Comitato amicizia e solidarietà sostiene che «ognuno di essi percepiva un salario di soli lO euro giornalieri e che la misera retribuzione era indipendente dal numero delle repliche dello spettacolo che giornalmente andavano in scena nonostante i problemi fisici e i malanni dovuti al gelo».

QUINDI il Comitato esprime la propria contrarietà alla iproposizione del Circo della Pace a Bagnacavallo, «cosÌ come oggi viene organizzata», e ha deciso di presentare una petizione di firme al sindaco «per porre fine all’iniziativa durante il periodo natalizio in piazza della Libertà». I volontari dell’associazione raccoglieranno le firme dei cittadini durante il ‘Mercato della solidarietà’in piazza Di Vittorio 12, il sabato dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
 
«La lettera aperta del presidente dell’associazione Comitato amicizia e solidarietà – ha spiegato Giovanni Calisesi,
segretario cittadino della Lega Nord – rappresenta una credibile conferma della fondatezza delle nostre denunce riguardo al Circo della Pace organizzato da Accademia Perduta per conto della Giunta comunale e del sindaco Laura Rossi.   L’amministrazione – prosegue Calisesi – ha deciso di continuare a testa bassa, confermando l’iniziativa per altri 5 anni, Per questo abbiamo promosso una petizione popolare senza alcun simbolo di partito per chiedere di non fare pesare più sul bilancio comunale e regionale questo circo, di spostarlo fuori dal centro cittadino e possibilmente in periodo non inverale”.    Chiediamo anche il ripristino delle luminarie in centro, di un grande albero di Natale, della Befana per i bambini, del Carnevale coi carri, e di altre iniziative a carattere e tradizioni cristiane». I banchetti per firmare la petizione sono stati allestiti in via Mazzini di fronte alla chiesa di S.Michele.
Daniele Filippi

il Resto del Carlino-Ravenna

21/10/2010 9.35.06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.