Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Quel circo che ignora ogni norma

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Quel circo che ignora ogni norma (27/5-3/6/2010) Licia Colò

Ho partecipato recentemente a una puntata di “La vita in diretta” su RaiUno, dedicata al tema del trattamento degli animali nei circhi. La mia posizione è chiara e va aldilà dei metodi utilizzati per l’addestramento, il condizionamento, degli animali. Viva il circo, ma senza gli animali.
È però di pochi giorni fa l’ennesima denuncia, documentata attraverso un filmato realizzato a Quarto (Napoli), per il mancato rispetto dei criteri minimi, stabiliti dalla Commissione scientifica Cites, per gli animali del Circo Rony Roller, così come per possibili rischi per la sicurezza dei cittadini.
Secondo la Lav, il Circo Rony Roller ha collocato i propri animali a lato della strada, con un semplice muretto a separare i passanti dalle tigri e da diversi altri animali. Come documenta il video girato da alcuni volontari, a un bambino che passeggia con i genitori basta allungare una mano per dare da mangiare delle foglie a un dromedario: chiunque può sporgersi e toccare gli animali. Poco importa che le Linee Guida fissate dal ministero dell’Ambiente stabiliscano che tutte le specie di camelidi devono essere tenute a debita distanza dal pubblico in quanto possono mordere.
Se questa è l’attenzione che i circensi rivolgono alla sicurezza non stupisce che nel 2008 da questo circo una tigre sia riuscita a fuggire. Ed è gravissimo non solo che le autorità gli abbiano concesso di attendare in queste condizioni, ma che nessuno sia ancora intervenuto nonostante che la Lav abbia già provveduto a inoltrare una segnalazione a sindaco, servizi veterinari, polizia municipale e corpo forestale.
E ancora: agli animali sono negate anche esigenze elementari, come la possibilità di nascondersi alla vista del pubblico o gli arricchimenti ambientali considerati “componente essenziale” per stimolare “i comportamenti naturali degli animali al fine di ridurre o minimizzare gli effetti della noia e la comparsa di comportamenti stereotipati”.
Le autorità devono intervenire tempestivamente e con la massima severità per garantire il rispetto della normativa e delle esigenze di tutti, cittadini e animali, e per assicurarsi che non si verifichino mai più fatti di tale gravità. Ministri Bondi, Fazio e Prestigiacomo, cosa dite?

 

Da www.ilsalvagente.it del 25/06/2010

25/06/2010 21.29.59

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.