Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: A Milano Tosca e Venturiello nel circo di Fellini

TANTI AUGURI CRISTEL TUCCI

Tosca e Venturiello nel circo di Fellini

Tosca e Venturiello, alias Gelsomina e Zampanò

Dal celebre film «La strada», con musiche originali di Mazzocchetti e una dozzina di canzoni inedite

Chiude col botto la stagione del Manzoni. Arriva, ultimo spettacolo in cartellone per tutto il mese di maggio, «La strada», dramma con musiche tratto dall’omonimo film di Fellini. Protagonisti, nei ruoli di Gelsomina e Zampanò (nel film erano Giulietta Masina e Anthony Quinn), Tosca e Massimo Venturiello, anche regista e autore dei testi delle canzoni insieme a Nicola Fano. Arriva dopo un anno di tournée, successo di pubblico e di critica e ben tre Premi Eti-Olimpici del Teatro (migliore commedia musicale, musiche e costumi). Della celebre pellicola (Oscar nel 1956), questo adattamento mantiene intatti trama e dialoghi, ma si avvale delle musiche originali di Germano Mazzocchetti e di una dozzina di canzoni inedite.

Quanto ai due interpreti, di cui è nota la bella vocalità, se Venturiello ha naturalmente il physique du rôle di Zampanò, più sorprendente è la metamorfosi di Tosca, sguardo smarrito, capelli corti e scomposti, gesti sommessi per ricreare la malinconica e ingenua grazia della sua Gelsomina. Un piano inclinato taglia obliquamente la scena: è la strada su cui arranca la carovana di guitti capeggiata dal sanguigno Zampanò, che attraversa un’Italia anni 50 ancora contadina. A lui, in cambio di pochi soldi, è stata venduta dalla famiglia la giovane Gelsomina, mite e capace di dedizione assoluta nonostante le angherie a cui la sottopone. Fino a impazzire e a fuggire quando il suo violento «padrone» ucciderà il funambolo, potenziale rivale in un amore mai espresso. «Tra Zampanò e Gelsomina», dice Venturiello, «non c’è dialogo. La diffidenza, il cinismo, l’incomunicabilità sono la colonna sonora della loro esistenza ai margini della società e della civiltà, ma sono anche il suono della vita di tanti come loro che ancora oggi troviamo nelle fogne delle nostre metropoli, vicinissimi a noi eppure così lontani».

La strada. Teatro Manzoni. Ore 20.45. Fest. 15.30. V. Manzoni 42. Tel. 02.76.36.901. Euro 30-20. Dal 4 al 30 maggio

Da milano.corriere.it del 28/04/10

29/04/2010 21.26.40

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.