Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa:Noi,i ragazzi dello zoo di Bucarest

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Noi, i ragazzi dello zoo di Bucarest

Bologna, 22 agosto 2008 – Uscire dalle fogne e indossare un naso rosso per portare un sorriso a chi ne ha più diritto, i bambini. Dal 26 al 31 agosto, alle 21.30, per il cartellone estivo Bè-bolognaestate, i clowns del Circo della Pace passeranno anche da Bologna, e precisamente da piazza Scaravilli, con la loro carovana carica di felicità. La loro missione nasce da unesperienza vissuta in prima persona che trasforma larte circense in uno strumento di promozione sociale in grado di cambiare le condizioni di vita delle persone.

I clowns, gli acrobati e i giocolieri del Circo della Pace, infatti, sono alcuni degli ex ragazzi di Bucarest, che vivevano nel sottosuolo della capitale romena nella completa povertà, disperazione e sporcizia. Daniel Romila è uno di loro. Sul volto scavato porta ancora i segni del suo passato impossibile da dimenticare, nonostante gli abiti allegri che indossa e il grande sorriso che mantiene intatto per tutto il tempo dellintervista.

Tu fai parte del gruppo grande, il primo gruppo di bambini che, allinizio degli anni 90, è stato salvato dal clown Miloud. Ma chi eri prima? “Potrei raccontarti di me fin quando non piangi, ma non avrebbe senso perché adesso sono Daniel, un clown che porta in giro la gioia del Circo Sociale. Quando vivi nella situazione in cui tuo padre è alcolizzato, tua madre non ha un lavoro e deve prostituirsi per mantenerti, sei costretto ad andare per strada e a rubare per poter sopravvivere. Poi arriva la magia del Circo che non è solo due palline e un costume comico da indossare, ma molto di più. Ho vissuto per molti anni per strada e ho fatto cose che voi potete vedere solo nei film, cose brutte e difficili che un bambino non dovrebbe mai fare”.

Quanti anni avevi quando hai iniziato a lavorare con il Circo della Pace? “Ero piccolo, avevo 13 anni quando ho iniziato. Allinizio si mangiava solo una volta al giorno, una fettina di salame e un pane arabo da 250 grammi. Dopo la caduta del comunismo molti di noi sono stati costretti ad andare a vivere nelle fogne. Oggi ho 30 anni, vivo a Milano e sono Daniel. Non posso definirmi un artista, questo sarete voi a farlo quando mi vedrete e vi farò divertire”.

Cosa volete portare a chi vi guarda? “Vogliamo che questo spettacolo di circo sociale diventi un modello per gli altri. Il nostro obiettivo è quello di portare il sorriso e un po di felicità a chi ci guarda. Ci hanno dato la possibilità di far capire agli altri che cè una speranza, anche nelle situazioni più difficili e ce labbiamo fatta. Io ora sono qui e posso dire di essere Daniel del Circo della Pace e non più un ragazzo di strada. Anche se comunque non potrò mai dimenticare il mio passato. Adesso il mio sogno è diventato realtà e io lo sto vivendo giorno per giorno. Adesso mangio tre volte al giorno e alle volte mi sembra incredibile, e riesco a mantenermi da solo, questa è per me una cosa importantissima, una grande soddisfazione”.

Cosa vedremo nello spettacolo che farete in piazza Scaravilli? “Nello spettacolo di Bologna saremo in cinque e sarà un evento basato sulla interazione tra le persone. Un mio amico lo ha definito uno spettacolo pulito, cioè naturale. Ci sono cose belle e cose meno belle che ancora possono essere migliorate. Siamo qui per imparare dalla vostra realtà e voi imparerete dalla nostra. Perché nella vita non si finisce mai di imparare. Tutto quello che si raccoglie, economicamente, però, si manda a Bucarest. Noi siamo i ragazzi del primo gruppo di Bucarest, i primi che sono stati salvati da Miloud, abbiamo tra i 27 e i 30 anni e ci divertiamo tantissimo. Vi prometto che vi divertirete tanto anche voi. Questa sarà lultima volta che riuscirete a guardarmi senza aver voglia di scoppiare a ridere”.

online-quotidiano.net

25/08/2008 10.12.36

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.