Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa:La meravigliosa arte dell’inganno al festival ‘Atuttomondo’

FESTIVAL DI LATINA

Notizie – Val d’Elsa

La meravigliosa arte dell’inganno al festival ‘Atuttomondo’

con Sergio Bini (in arte Bustric) e il suo ‘Escamot’

La meravigliosa arte dell'inganno al festival 'Atuttomondo' con Sergio Bini (in arte Bustric) e il suo 'Escamot'

17-06-2008 POGGIBONSI | Pantomima, giochi di prestigio, trasformismo e recitazione. L’irriverente maestria del grande Sergio Bini in arte “Bustric” firma il secondo appuntamento del festival “Atuttomondo” che mercoledì 18 giugno alle ore 21,30 alla Rocca di Staggia Senese presenta “Escamot”. Uno spettacolo teatrale per grandi e piccini che riassume la sua più che ventennale meravigliosa arte dell’inganno.

In “Escamot” il tema dell’inganno è il pretesto e il fine per una rappresentazione di arte varia. Un racconto a tema dove il protagonista-autore Bustric, giocando con tanti, diversi elementi di abilità porta il pubblico nel mondo dell’immaginario e dell’assurdo. Bustric, non è solo prestigiatore è anche clown, mimo, fantasista, artista di varietà e music-hall. E’ attore in senso pieno ed è poeta della meraviglia in scena. Il suo spettacolo si intitola appunto “La meravigliosa arte dell’inganno”. Non è forse inganno la finzione teatrale, non sono inganni le illusioni della vita, le bugie in cui vogliamo credere, i sogni che ci fanno fuggire meravigliosamente dalle delusioni di una realtà spesso povera e disadorna? Ed ecco allora Bustric accompagnarci in un suo racconto affabulato che con comica arguzia attraversa altri inganni della storia e della letteratura: il bacio traditore di Giuda, l’astuzia di Davide che vince Golia, il pugnale di Bruto contro Cesare, lo spettro del padre che appare ad Amleto. Ma soprattutto, con la sua aria di ometto ilare e triste tenero e beffardo, ci racconta una trepida storia da Luna – Park tra giostre e orchestrine o la fiaba di un principe russo che salva la sua amata da un mago cattivo, si tramuta in buffa silfide da “Lago dei cigni” o assume l’aspetto fiammeggiante di un demone mangiafuoco.

“Atuttomondo” prosegue con la poetica del circo teatro di strada di Milo e Olivia con “Klinke” (19 giugno ore 21,30 Piazza Nagy), uno spettacolo che ha girato per tante piazze europee ed italiane. Il primo assaggio di musica arriverà con la coinvolgente e scatenata esibizione della Fantomatik Orchestra (3 luglio ore 21,30 centro storico) per le vie di Poggibonsi. Ritorna a grande richiesta la satira pungente dell’irriverente e dirompente Rita Pelusio (“Suonata” – 10 luglio ore 21,30 Piazza Nagy).

Ingresso: interi € 12 – ridotti € 10 (soci arci, studenti universitari, over 65). Ridotti speciali €5 (studenti scuole dell’obbligo, bambini e ragazzi sotto i 14 anni). Informazioni: 0577/981298.

La manifestazione è promossa dall’Associazione culturale Timbre/Teatro Verdi e sostenuta dall’Amministrazione comunale di Poggibonsi con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena.

valdelsa.net

17/06/2008 12.22.27

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.