Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Affissioni abusive, la LAV si applichi il regolamento comunale

FESTIVAL DI LATINA

AFFISSIONI ABUSIVE E MANCANZA DI CONTROLLI. : SI APPLICHI IL REGOLAMENTO COMUNALE

 

Due circhi, il “Lidia Togni” e il “Moira Orfei”, da giorni stanno pubblicizzando il loro prossimo arrivo a Reggio Calabria con l’affissione massiccia di manifesti, in quantità vista solo per le competizioni elettorali. Si tratta, per la stragrande maggioranza, di affissioni abusive che vanno oltretutto a deturpare il decoro della città.

<<Per fortuna, da qualche giorno, si cominciano a vedere sui manifesti le prime strisce recanti la scritta “affissione abusiva” >> dichiara Roberto Vecchio Ruggeri, coordinatore LAV Calabria <<anche se, con tutta evidenza, dovrebbe trattarsi di un intervento più capillare e, soprattutto, con la copertura totale dei manifesti, come avviene di solito per le affissioni illegittime>>.

E’ però ancora più criticabile come, dal settembre 2007 ad oggi, l’amministrazione comunale abbia previsto e, sinora sempre autorizzato, l’attendamento dei circhi in città: la loro presenza, infatti, avrebbe dovuto verosimilmente essere contrastata dall’applicazione del Regolamento Comunale sulla detenzione ed esposizione degli animali negli esercizi commerciali e spettacoli pubblici, varato dalla Giunta Comunale il 24.08.2005 ed entrato in vigore con delibera del Consiglio il 20.02.2007. Un regolamento importante, votato all’unanimità, che avrebbe dovuto, attraverso una corretta applicazione, porre rimedio a numerose illegalità relative all’impiego di animali in spettacoli pubblici (quali i circhi) e migliorare sensibilmente le condizioni di vita degli animali.

<<Già tempo fa avevamo dovuto amaramente constare e, perciò, denunciare, la mancata applicazione di questo importante Regolamento che la collettività aveva voluto e che, tramite la nostra associazione, era stato prontamente recepito dal nostro Consiglio Comunale appena un anno fa, in maniera convita ma poi rimasto lettera morta>> aggiunge Francesco Triolo, Responsabile Sede Territoriale LAV <<Oggi chiediamo, perciò, un intervento fermo e incisivo da parte dell’amministrazione comunale, a partire proprio da questi prossimi arrivi di circensi. Quanto è stato sin qui predisposto, in occasione dell’arrivo di circhi in città, non è infatti adeguato alle norme previste dal Regolamento che ne stabiliscono il loro corretto attendamento: gli unici controlli attuati in precedenza hanno riguardato soltanto le modalità per concedere l’occupazione del suolo pubblico. Di fatto, cosa molto più importante, i circhi dovrebbero presentare un elenco completo degli animali in possesso e, su tale base, dovrebbero seguire verifiche, da parte dei veterinari Asl e del Corpo forestale dello Stato, sullo stato di detenzione degli animali secondo quanto previsto dalla CITES (normativa di recepimento della Convenzione di Washington sugli animali esotici). Infatti, in base all’art. 3, comma 23 del sopracitato Regolamento Comunale, l’attendamento è consentito solo ed esclusivamente a condizione della piena osservanza della vigente normativa CITES. In base al Regolamento, quindi, non è possibile concedere ai circhi l’autorizzazione all’attendamento senza che i Servizi Veterinari dell’ASL, gli uffici comunali abilitati al rilascio delle autorizzazioni ed il Corpo Forestale dello Stato (ente preposto alla verifica della corretta applicazione della normativa) verifichino il rispetto dei parametri previsti dalla legge pertanto, in caso di mancata osservanza, ai circensi dovrebbe essere intimata la sospensione di qualsiasi forma di pubblicità degli spettacoli>>.

Di fatto, però, sino ad oggi è stato ampiamente verificato come pure gli stessi vigili urbani – che dovrebbero essere i primi tutori del Regolamento – chiamati ad intervenire su tali basi, dichiarino di non conoscerne neppure l’esistenza!

<<Per questo chiediamo che, proprio in occasione dell’arrivo in città dei circhi di Lidia Togni e Moira Orfei venga creato un tavolo di lavoro con i funzionari dell’Assessorato comunale al Commercio, da cui dipende la corretta applicazione del Regolamento, il Comando dei vigili urbani, il Corpo forestale e le associazioni animaliste- conclude Roberto Vecchio Ruggeri – al fine di rendere finalmente concreto quanto previsto dalle disposizioni in materia>>.

Da www.reggiotv.it del 06/05/08

06/05/2008 22.22.32

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.