Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO “IL CIRCO DELLA MEMORIA”!

FESTIVAL DI LATINA

NUOVA EDIZIONE DEL LIBRO
“IL CIRCO DELLA MEMORIA”!

 

STORIE, NUMERI E DINSTIE DI 266 FAMIGLIE CIRCENSI ITALIANE

 

 

Nel 2002 Alessandra Litta Modignani e Sandra Mantovani pubblicarono la prima edizione de “Il Circo della Memoria”, un’opera fondamentale e unica nel panorama dell’editoria circense, probabilmente di tutta Europa. Un prezioso lavoro di certosina ricostruzione delle cronologie e degli alberi genealogici di oltre 260 dinastie circensi italiane, corredata da una vasta o sovente originale veste iconografica. Ritratti di artisti colti nel corso di interviste nel corso delle quali emergevano elementi fondamentali per la ricostruzione della storia di ciascuna famiglia circense, dalle più note alle meno conosciute, ma non per questo meno rilevanti.

 

Il volume sin da subito riscosse un enorme interesse e una grande diffusione grazie a recensioni non solo sulle riviste di settore, ma sovente anche su quotidiani nazionali e rubriche di letteratura. Per la prima volta il circo italiano godeva di un lavoro di ricerca con precisi presupposti scientifici, dichiarati all’inizio del volume. Volume a distanza di anni è pressoché esaurito.

 

Un lavoro quello di Alessandra Litta Modignani e Sandra Mantovani che fa storia del circo senza essere esplicitamente una storia del circo. Che descrive molto bene le fasi che hanno portato alla nascita delle dinastie, all’introduzione di nuovi cognomi all’interno del fitto intreccio di genealogie, alla fusione di esse in nuove discendenze.

 

“Il Circo della Memoria” è oggi diventato uno strumento unico per individuare l’identità e le parentele di artisti, circensi e in certi casi anche esercenti dello spettacolo viaggiante di chiara provenienza circense. Un libro sì, ma all’occorrenza anche un album di rapida consultazione, una sorta di “Bibbia” per orientarsi in un universo in cui i cosiddetti “fermi” talvolta si orientano con difficoltà.

 

La prima edizione rappresentò un momento fondamentale al quale collaborarono anche personaggi del circo, alcuni fermatisi, molti ancora in attività. Un così massiccio lavoro inevitabilmente presentava anche qualche imprecisione data la complessità della materia. Imprecisioni utili anche per andare ad approfondire ulteriormente e con maggior precisione alcune discendenze davvero difficili da ricostruire.

 

Oggi quel primo lavoro del 2002 trova una continuità e un superamento nella seconda edizione ampliata ed aggiornata di recentissima pubblicazione che vede in copertina non più un giovanissimo Kevin Huesca (come nella prima edizione), bensì il Trio Gerardi in uno storico numero di biciclette.

 

Dalla quarta di copertina:

 

«Un bellissimo volume… Un testo da far conoscere perché capace di andare ben al di là – come scrive nell’introduzione Roberto Leydi – di ogni “vocazione romantica ma anche di ogni indulgenza aneddotica per

fissarsi, in modo rigoroso, sulle vicende delle nostre famiglie circensi…” Il tutto accompagnato non solo da una ricca bibliografia e da un’indispensabile e prezioso glossario, ma anche da materiale fotografico ricchissimo che consente di rivedere volti e numeri portati in pista da protagonisti e comprimari di un secolo e mezzo di arte circense italiana».

ORESTE DEL BUONO, GIORGIO BOATTI, , Tutto Libri, 11.1.2003

 

«Un ciclopico lavoro durato una decina d’anni: 300 persone intervistate, 250 ore di registrazioni, una preziosa documentazione fotografica e iconografica recuperata sotto gli chapiteaux di tutto lo Stivale. Sfila infatti l’Italia intera sulla pista: storie incredibili e commoventi di passione… Sfila l’Italia come in una parata, di quelle che una volta si facevano non appena il circo arrivava in città stavolta però senza i lustrini dei costumi e della retorica “romantica” che spesso si costruisce sopra il tendone».

ROBERTO BERETTA, Avvenire, 10.2.2003

 

«È uno straordinario libro innamorato quello che ci ritroviamo tra le mani. Avessero senso le classifiche, si potrebbe tranquillamente dire che è un libro capace di piazzarsi ai primi, primissimi posti dell’anno che si chiude, quanto a libro capace di evocare emozioni, accendere curiosità, disgelare infinite possibilità di storie. Eppure questo libro innamorato, innamorato del mondo che racconta – ed è il mondo del circo – non è un romanzo, non è un saggio, non è un reportage fotografico, non è un’inchiesta, non è una composizione poetica. A ben guardare è tutte queste cose assieme».

CARLO MARTINELLI, Acrobati e Clown, Trentino, 31.12.2002

 

«C’è un libro che merita uno sguardo più che attento: è Il Circo della memoria di Alessandra Litta Modignani, studiosa e ricercatrice che con Sandra Mantovani ha portato a termine un lavoro enciclopedico. Come dice il titolo si tratta di una guida storica alle famiglie, che nel corso dei secoli hanno portato l’arte circense in Italia».

ROBERTO LEYDI, L’Adige, 24.12.2002

 

«Il primo esteso quadro delle vicende famigliari dei nostri circensi, ma anche notizie non altrimenti reperibili (in modo così ampio) sulle tante specialità del circo, alcune delle quali oggi abbandonate. La speranza è che questa fatica (che davvero fatica essa è stata) possa aprire la strada, proponendosi quale testo referenziale, ad altre ricerche ed altri studi».

ALESSANDRO SERENA, Rivista Circo, dicembre 2002

 

«Storia e aneddoti delle famiglie italiane che hanno dato vita a questo mondo così speciale ci vengono ora raccontati da Alessandra Litta Modignani e Sandra Mantovani… un ciclopico lavoro di interviste durato più di dieci anni».

NATASCIA MASSARI, Il giornale di Vicenza, 12.8.2003

 

Il volume si può acquistare presso l’autrice al prezzo di 25 Euro al numero telefonico: 349.3669898

NON PERDETEVELO!

DD

11/04/2008 13.32.25

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.