Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il Circo di Mosca porta il sorriso ai bimbi in ospedale

FESTIVAL DI LATINA

SPETTACOLO
Giocolieri al San Bortolo

Il Circo di Mosca porta il sorriso ai bimbi in ospedale

Due clown in Pediatria trasformano il reparto con giochi, trucchi e colori «Ridere aiuta a guarire»

di Giovanni Zanolo
 
Dopo il tutto esaurito sotto il tendone, il Circo di Mosca sbarca in pediatria al S. Bortolo. I clown Filippo e Lotar hanno portato un sorriso ai bambini in ospedale. Il rosso e il blu dei costumi e dei trucchi sul viso dei clown, esibitisi in numeri da giocolieri, hanno così trasformato la corsia del reparto pediatria per un’ora.  «Il sorriso non toglie solo il pianto, ma aiuta a guarire», ha affermato l’infermiera Vittoria Fochesato, guarda caso anche cantante nel prossimo “Festival del S. Bortolo”, in programma il 30 novembre in Fiera, per raccogliere fondi per l’ospedale -. I clown ci aiutano molto nel lavoro: un momento difficile come la somministrazione di una medicina può essere trasformato in un gioco, facilitando di molto le cose».
Un effetto curativo evidente già dall’atmosfera di grande ilarità creatasi dopo pochi minuti nella sala di attesa della pediatria tanto che per alcuni attimi è stato facile scacciar via i brutti pensieri: «I bambini sono ormai abituati all’arrivo dei clown di associazioni di volontariato vicentine, due volte a settimana», ha aggiunto il capo sala Enrico Fortuna. Ma ieri i malati hanno avuto la fortuna di gustare alcuni momenti di uno spettacolo presentato dal Circo di Mosca, per la prima volta a Vicenza, che ha attirato migliaia di vicentini: «È molto più facile far piangere che far ridere – ha spiegato il clown Filippo – tuttavia far ridere i bambini non è così difficile. Dopo aver studiato ed esaminato le tecniche dei grandi comici come Chaplin o Totò, sono giunto alla conclusione che per farli divertire basta fare cose “da bambini”».

da: “Il Giornale di Vicenza”, 27/11/2007

27/11/2007 22.41.31

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.