Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Circo Orfei, Brigitta sarà la nuova Moira

FESTIVAL DI LATINA

“Una tigre per amore” il nuovo show sotto lo chapiteau è un musical-cabaret. Protagonista la Boccoli

 

Circo Orfei, Brigitta sarà la nuova Moira

 

 

 

 

ROBERTO BIANCHIN


Si trasforma il vecchio circo, e diventa teatro, musical e cabaret. Succede con il nuovo spettacolo di Moira Orfei, Una tigre per amore, in scena per la regia di Cinzia Berni, le coreografie del belga Francis Demarteau, e le musiche originali, molto moderne, dell´argentino Osvaldo Camahue. Un esperimento innovativo e coraggioso. Per molti versi sorprendente. Perché non ti aspetti di vedere Stefano, il figlio di Moira e Walter Nones, domatore di tigri e leoni e addestratore di cavalli ed elefanti, che parla, recita, canta e balla raccontando la favola romantica che fa da sfondo allo show, quella di un principe trasformato in un leone.
Come non ti aspetti di vedere l´ex soubrettina di Domenica In Brigitta Boccoli, oggi attrice brillante di cinema, teatro e fiction televisive (Don Matteo), calarsi convinta nel mondo del circo, e non solo per recitare, ballare e cantare, ma anche per salire sul trapezio ed entrare, domatrice sul serio, nella gabbia delle tigri. Miracoli dell´amore scoppiato un anno fa tra Stefano e Brigitta sul set televisivo del “Reality Circus”, che ha spinto la vita dell´attrice sotto lo chapiteau degli Orfei.
Tutte queste innovazioni, compreso un teatrino di varietà che spunta in fondo alla pista sotto l´ottima orchestra di Richard Rejdjch, senza rinunciare ai tradizionali numeri del circo, cui Nones tiene molto. Difatti ci sono le tigri, i leoni, gli elefanti, gli splendidi cavalli in libertà di uno scatenato Gerd Koch, i cammelli di Freddy Perris, i cani di Andrey Kalachev, i pappagalli sapienti di Alessio. E poi i salti al trampolino, il verticalismo dei nipotini della regina del circo, Moira Jr e Walter Jr, la giocoleria di Shirley Dean, le bizzarrie del clown Gyula, e le spericolate esibizioni al trapezio (triplo mortale con triplo avvitamento al ritorno) della troupe Wulber, una delle migliori in circolazione, dove si rivede l´esuberante “Gilda dei leoni”, Vulcanelli per l´anagrafe, che fu una delle prime domatrici italiane di bestie feroci.
Moira si concede per un giro di pista su un´auto scoperta prima dell´intervallo (che propone nello zoo l´antica attrazione delle fontane danzanti), per ringraziare il suo pubblico che l´ha ripagata con ventimila presenze nella prima settimana di spettacoli. Ne vien fuori, sotto la conduzione esperta di Giorgio Vidali, uno spettacolo piacevole, carico di ritmo e di una freschezza nuova. Con una sorpresa: se Brigitta insisterà, il circo italiano avrà trovato la sua nuova Moira.
Circo Moira Orfei, Piazzale Cuoco, fino al 9 dicembre. lun ore 21, mar e mer riposo, gio, ven, sab ore 17 e 21, festivi ore 15 e 18.30, sab 8 dic ore 15, 18.30, 21.15. Tel 02 54102425, www.moiraorfei.it

da: “Repubblica”, 24/11/2007

24/11/2007 9.24.44

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.