Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: “Il Più Grande Clown del Mondo apre il Festival di Grugliasco”

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Una “prima” di David Larible al Parco Culturale Le Serre inaugura l´estate del nouveau cirque
Il più grande clown del mondo apre il festival di Grugliasco
Nel fitto cartellone anche una curiosa ‘notte dei giocolieri´

Il papà era trapezista e giocoliere, ma da ben sette generazioni la sua famiglia – di origini italiane – ha vissuto dell´arte circense. Perciò per lui è stato naturale cominciare sin da piccolo, e se il suo sogno era fare il clown, la mamma, severa, gli impose di provare prima le altre discipline. E così David Larible, prima di essere considerato uno dei più famosi clown di tutti i tempi (Clown d´argento nel 1988 e d´oro nel 1999 al Festival di Montecarlo, il terzo clown in tutta la storia del circo ad ottenere questa onorificenza), ha studiato musica, acrobazia, jonglerie. A lui spetta di inaugurare la sesta edizione di «Sul filo del circo», rassegna internazionale di circo contemporaneo che è la «specialità» estiva del Parco Le Serre, organizzato dalla Città di Grugliasco e realizzato quest´anno sotto la direzione artistica di Paolo Stratta, fondatore della scuola di circo Vertigo.
Larible sarà ospite questa sera alle 21.30 in prima nazionale con Clown di una notte di mezza estate: con il suo abbigliamento un po´ obsoleto, il capello da monello e il naso rosso, veste i panni di un uomo delle pulizie del teatro, che si lascia attrarre dai trucchi di scena e si trasforma in pagliaccio: ma la trama non è importante quanto l´abilità di questo clown a rinnovare le classiche gag del genere mescolandole con brani musicali (suona cinque strumenti diversi). Dopo questa anteprima, la rassegna riprende il 6 luglio e proseguirà fino al 4 agosto con trenta diverse compagnie e una novantina di artisti provenienti da Italia, Belgio, Francia, Spagna, Danimarca, Svezia, Ungheria, Repubblica Ceca, Finlandia, Irlanda, a cui si aggiungono un concorso per giovani artisti, un dibattito su «cinema e circo» (entrambi in programma il 19 luglio) oltre a una «notte dei giocolieri» che vede in pista dieci artisti famosi e molti giovani pronti a una sfida per il titolo di «miglior giocoliere».
Il resto del programma promette molto divertimento e insieme anche un po´ di poesia, com´è nella tradizione del nouveau cirque. Il 6 luglio, dal Festival mondial du cirque de Demain di Parigi, arriva la Banda del Guillaume e Cheptel Aleikoum, dodici musicisti che sono anche eccezionali acrobati quindi il 7 luglio esordiranno in Italia alle 18.30 i giovani danesi che fomano la Tincan Company, a cui farà seguito, alle 21.30 Le cirque précaire di Julian Candy, violoncellista e contrabbassista francese che si destreggia molto bene anche nella giocoleria e nella clownerie. Anche la Scuola di Cirko diretta da Stratta si esibirà il 12 luglio in Eresia, dove i moderni eretici altro non sono che gli artisti del nouveau cirque con la loro capacità di osservare il mondo da un altro punto di vista, sia l´eterno spirito comico o l´alto di un trapezio. E se la musica riveste una grande importanza, come per esempio anche nel caso del Quntet de boeufs, che si presenta come una vera e propria orchestra volante, molti spettacoli propongono acrobazie mozzafiato: ecco allora i catalani Aticus Tilt e i belgi del Cirque Hirsute che spaziano dal palo cinese alle cinghie al trapezio, o gli Hopla Circus che si lanciano in aria usando come trampolino una Mercedes, o ancora i saltimbanchi della Compagnie du Fardeau e gli irlandesi Tumble Circus, che mirano a sbalordire dell´alto del trapezio e che chiuderanno la rassegna ai primi d´agosto.
Per il programma dettagliato: www.sulfilodelcirco.com .

Da “Repubblica”
29/06/2007 8.37.38

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.